• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Daily Archives:29 Maggio 2019

Notizie utili per l’ammissione al Servizio Civile Nazionale – Le domande devono essere consegnate entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 26 Giugno 2017

Redazione No Comments

Rendo noto che con la pubblicazione Bando del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Ufficio per il Servizio Civile Nazionale per la selezione di n. 47.529 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia e all’estero, è stato approvato il progetto di Servizio Civile seguente:

la cui realizzazione sarà effettuata presso la sede    L’Ares per il territorio .

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadini italiani;
  • cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
  • cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n. 64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani e per l’attuazione del progetto sperimentale europeo IVO4ALL;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017. Le domande comunque pervenute oltre il termine stabilito, non saranno prese in considerazione.

La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:

  • redatta secondo il modello riportato;
  • accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;

Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:

  1. con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf all’indirizzo pec infoares@arubapec.it a mezzo “raccomandata A/R” all’indirizzo di ciascuna sede progetto;
  2. consegnate a mano all’indirizzo di ciascuna sede progetto e secondo le modalità e tempi di ciascuna.
  3. Le domande devono essere consegnate entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 26 Giugno 2017

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente pubblicati. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni. La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. È cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede, ove necessario.

La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla selezione, analogamente al mancato invio della fotocopia del documento di identità; è invece sanabile la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto

Per eventuali ulteriori chiarimenti inviare richiesta all’indirizzo mail.

Il Responsabile Nazionale del Servizio Civile

 

Modulistica Allegata da Scaricare : 

NOTIZIE UTILI 

DOMANDA DI AMMISSIONE – ALLEGATO 2

AVVISO DI CONSEGNA

PROGETTO

DICHIARAZIONE TITOLI – ALLEGATO 3

Corso Educatore per l’Infanzia: il supporto offerto anche ai bambini

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’Educatore per l’Infanzia è una figura professionale molto speciale pensata per offrire l’aiuto necessario ai più piccoli e alle loro famiglie attraverso attività educative e di apprendimento

Tutti al mondo almeno una volta abbiamo avuto bisogno del supporto di un altro, che con le giuste competenze ha saputo indicarci il percorso migliore per affrontare certe situazioni.

Ad avere bisogno di aiuto non sono solo gli adulti: in primis ci sono i bambini che necessitano delle giuste cure da parte dei loro stakeholders (coloro che li accudiscono), i quali li devono guidare fino a quando non saranno del tutto autonomi.

EPI: come svolge la sua attività?

Il compito dell’EPI è quello di pensare un luogo per l’apprendimento e lo sviluppo delle capacità dell’infante, attraverso attività ludiche che possano promuovere l’autonomia, la creatività e la socializzazione.

Per far si che ciò sia possibile, l’Educatore deve instaurare innanzitutto un rapporto con la famiglia del bambino o con chi se ne prende cura, alla quale dovrà fornire tutte le indicazioni specifiche inerenti al percorso di educazione della prima infanzia.

Inoltre, l’EPI lavorerà presso strutture pubbliche o private in cui sarà affiancato da altri specialisti (psicologi e altre figure legate all’ambito sanitario) pronti a dare il loro contributo sempre nel rispetto e nell’esercizio dei diritti dei bambini e degli adulti al benessere e all’apprendimento.

L’Educatore per l’Infanzia possiede una preparazione specifica dato che lavorare con i bambini è un’attività molto complessa e delicata. Ecco perché per diventare un EPI è necessario uno studio approfondito di certe tematiche e specifiche abilità, acquisibili solo attraverso corsi di formazione e la seguente esperienza sul campo.

Corso di formazione per diventare Educatore per l’infanzia da ARES

ARES è un’associazione senza scopo di lucro che si occupa prevalentemente di attività di formazione professionale, in particolar modo per soddisfare i bisogni occupazionali e riqualificare i lavoratori.

Presso l’Associazione Ricerca e Sviluppo è possibile partecipare a diversi corsi di formazione professionale riconosciuti dalla Regione Campania, come ad esempio il corso di formazione per diventare Educatore per l’infanzia! Il corso ha la durata di 600 ore suddivise in: 350 ore di lezioni frontali; 250 ore di stage da effettuare presso una struttura convenzionata con il nostro Ente di Formazione.

Il corso garantirà una preparazione completa a 360 gradi attraverso l’unione di lezioni innovative e originali con una didattica ben strutturata che abbraccerà tutte le tematiche del caso. Durante l’arco delle 600 ore sono previste anche attività di simulazione e pratica che aiuteranno il futuro educatore ad applicare correttamente le nozioni apprese.

La frequenza del corso è obbligatoria, è ammesso solo un massimo di assenze pari al 30% delle ore di corso.

Le lezioni saranno tenute da un team di docenti laureati in Psicologia, Medicina/Scienze infermieristiche e Lingue e con una forte esperienza nel campo socio-educativo, inoltre saranno presenti anche un Educatore e altri professionisti pronti a dare il loro contributo.

Il corso si terrà presso la sede ARES di Viale Campi Flegrei 41 – 80124 Napoli.

Per ricevere ulteriori informazioni circa la durata dei corsi e i relativi costi si consiglia di contattare ARES ai seguenti recapiti: Telefono: 081/5704220 – Whatsapp :  3929164153 Oppure di inviare una mail a questo indirizzo: ares@infoares.it

Carla Sarnataro

ASP Piacenza

Concorso OSS ASP Piacenza: il corso ARES permette di partecipare

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’ASP Piacenza ha bandito un bando per 66 OSS, con scadenza 20 agosto 2019: partecipa grazie al corso di ARES

L’ASP (Azienda Pubblica dei Servizi alla Persona) della Città di Piacenza ha bandito un bando di concorso pubblico, per soli esami, per la selezione ed il reclutamento di 66 Operatori Socio Sanitari (OSS). Nel dettaglio, sono messi a bando 54 posti a tempo pieno e 12 posti a tempo parziale per 30 ore settimanali. Si tratta di contratti a tempo indeterminato, di categoria giuridica B3. Per partecipare al concorso bisognerà inoltrare domanda di partecipazione, entro le ore 12.00 del 20 agosto 2019.

La presentazione della domanda può essere fatta direttamente a mano, recandosi presso l’Ufficio Protocollo dell’ASP Città di Piacenza, ma può essere inoltrata anche mediante raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite PEC. La documentazione da compilare, assieme a tutte le altre informazioni in merito alla procedura selettiva per 66 OSS, sono reperibili consultando il sito dell’ASP Piacenza.

Concorso OSS ASP Piacenza: i requisiti per partecipare

Per poter partecipare al concorso OSS APS Piacenza, i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti di carattere generale:

  • Cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea
  • Godimento dei diritti civili e politici, elettorato attivo incluso
  • Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva
  • Età non inferiore a 18 anni e non superiore al limite stabiliti per il collocamento a riposo
  • Non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso
  • Non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso la Pubblica Amministrazione
  • Non essere stato licenziato da ASP Città di Piacenza
  • Idoneità psico-fisica all’impiego
  • Diploma d’istruzione secondaria di primo grado – licenza media
  • Adeguata conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse

Oltre a ciò, requisito specifico per la partecipazione al concorso OSS ASP Piacenza è il possesso dell’attestato di qualifica professionale di Operatore Socio Sanitario (OSS) o titolo afferente, come previsto dalla normativa vigente.

Riserve di posti e prove d’esame

Il bando OSS ASP Piacenza prevede alcune riserve di posti:

  • 17 posti a tempo pieno e 3 posti a tempo parziale saranno riservati ai volontari delle Forze Armate;
  • 22 posti a tempo pieno e 5 posti a tempo parziale riguarderanno i dipendenti dell’azienda inseriti a tempo determinato e con almeno 3 anni di servizio – anche non continuativi.

Le prove d’esame si baseranno su una prova preselettiva, fissata indicativamente per il prossimo settembre; essa sarà seguita da una prova scritta ed un esame orale.

Il corso di ARES permette di partecipare al concorso OSS ASP Piacenza

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è un’associazione senza scopo di lucro, attiva nel campo della formazione e aggiornamento professionale con serietà e competenza da oltre un ventennio. Il nostro Corso per Operatore Socio Sanitario (OSS)  è riconosciuto dalla Regione Campania e rilascia un attestato che ha validità su tutto il territorio nazionale, indispensabile per poter partecipare a concorsi pubblici come il concorso OSS ASP Piacenza.

Se volete saperne di più sui nostri corsi, potete contattare i seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax : 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail : info@infoares.it

  Giuseppe Esposito

Nuovo corso per RAC presso ARES: tutte le informazioni utili

Alessandro Maria Raffone No Comments

Il corso per RAC serve a creare la figura professionale di Agente e Rappresentante di Commercio in grado di fornire assistenza ai clienti in veste di intermediario

 

L’Agente e Rappresentate di Commercio è una figura professionale di notevole importanza, in particolar modo negli ultimi tempi si è verificata una crescente richiesta delle sue prestazioni.

Colui che otterrà la qualifica professionale RAC ricoprirà il ruolo di intermediario o collegamento presso le CCIAA tra i clienti e le terzi parti in causa; pertanto, devrà possedere le giuste conoscenze relative alle tendenze di mercato.

Solitamente il Rappresentante e Agente di Commercio è un lavoratore autonomo, infatti provvede da sé ad organizzare quanto necessario per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti precedentemente con il cliente.

Pertanto, su di lui ricadono il rischio economico e giuridico dell’attività svolta.

Questa figura specializzata può lavorare secondo due modalità contrattuali: può avere un solo cliente (quindi rappresentare una sola azienda) e quindi essere un monomandatario, oppure rappresentare diverse aziende contemporaneamente e non in concorrenza tra loro ed essere un plurimandatario.

Tuttavia, non bastano le soli doti personali per essere un buon Rappresentate e Agente di Commercio, bensì bisogna possedere le giuste capacità per intrattenere rapporti con gli altri produttori. Quindi una buona offerta formativa è il giusto mezzo per svolgere al meglio tale lavoro.

 

Corso per RAC: in cosa consiste?

Esistono diversi corsi per diventare un Rappresentante Agente di Commercio, tuttavia l’offerta formativa di ARES garantisce una preparazione completa ed efficace corrispondente ai criteri dettati dalla L. 204/85, legge che ne disciplina la materia.

Il corso presso ARES ha la durata di 80 ore in cui i partecipanti acquisiranno le giuste conoscenze in merito alle tendenze di mercato, ai rapporti commerciali e di rappresentanza, oltre che conseguire le giuste competenze comunicative per intrattenere rapporti con le aziende.

Le lezioni saranno impartire da docenti laureati in Economia e Commercio e Giurisprudenza ed esperti pronti ad offrire la loro consulenza e verteranno su argomenti quali: Legislazione tributaria, Disciplina legislativa e contrattuale agente e rappresentante di commercio, tutela previdenziale, Teoria e tecnica di vendita, Contratto e rapporto di agenzia, Tecniche di intervento, Lingua Comunitaria.

Le attività saranno supportate dagli strumenti necessari, come slides, videoproiettori, computer e tutto il necessario offerto dall’Ente ospitante.

 

Per maggiori informazioni

Ares è un’associazione senza scopo di lucro che si occupa prevalentemente di attività di formazione professionale, in particolar modo per soddisfare i bisogni occupazionali e riqualificare i lavoratori.

Presso l’Associazione Ricerca e Sviluppo è possibile partecipare a diversi corsi di formazione professionale riconosciuti dalla Regione Campania, come ad esempio: il Corso RAC – Rappresentante Agente di Commercio, il corso di operatore socio sanitario (OSS); il corso di Operatore Socio Sanitario Specializzato (OSSS), il corso di Assistente alla poltrona di studio odontoiatrico; il corso per Animatore Sociale e tanti altri ancora.

A breve saranno aperte le iscrizioni per il Corso RAC – Rappresentante Agente di Commercio che partirà il prossimo settembre, pertanto per ricevere ulteriori informazioni circa la durata e i relativi costi si consiglia di contattare l’Ente ai seguenti recapiti:

Telefono: 081/5704220 – Whatsapp :  3929164153 Oppure di inviare una mail a questo indirizzo: ares@infoares.it

 

Carla Sarnataro

Assistente alla Poltrona di studio odontoiatrico

Assistente alla Poltrona di studio odontoiatrico: il corso di ARES

Alessandro Maria Raffone No Comments

Il corso di Assistente alla Poltrona di studio odontoiatrico (ASO) di ARES garantisce una preparazione teorico-pratica completa ai partecipanti

L’Assistente alla Poltrona di studio odontoiatrico (ASO) è una figura professionale particolarmente richiesta in ambito medico – odontoiatrico, in particolare in ambito privato. Per la natura delle sue mansioni, molte delle quali ad elevato grado di specializzazione, l’Assistente alla Poltrona rientra nel Repertorio Regionale delle Qualifiche Professionali della Regione Campania, nell’ambito dei Servizi Socio Sanitari, di livello EQF. Per poter acquisire la qualifica di ASO è necessario frequentare un corso di formazione professionale riconosciuto. L’accesso al corso è subordinato al possesso del diploma di scuola secondaria.

Assistente alla Poltrona in studio odontoiatrico: chi è e cosa fa

L’Assistente alla Poltrona in studio odontoiatrico (ASO) ha compiti e mansioni assai vari e diversificati, a partire dalla cura per gli aspetti tecnici, clinici e organizzativi del trattamento dello strumentario, dei materiali e delle apparecchiature, fino all’assistenza vera e propria alla poltrona con supporto psicologico-relazionale nei confronti del paziente.

Di seguito, in via estremamente sintetica, alcuni dei compiti che è chiamato a svolgere l’ASO:

  • disinfezione e sterilizzazione dell’ambiente e degli strumenti di lavoro, con i dispositivi e le attrezzature necessarie allo scopo;
  • corretto trattamento dei rifiuti speciali e delle sostanze della pratica quotidiana;
  • assistenza all’odontoiatra nella preparazione degli strumenti, nel passaggio dei ferri, nell’utilizzo del kit della diga, nella preparazione dell’amalgama, dei composti e degli altri sistemi adesivi;
  • gestione degli appuntamenti, dei rapporti con i fornitori e collaboratori esterni e degli aspetti amministrativi dello studio.

Il possesso di caratteristiche personali come la capacità di mediazione e l’attitudine al lavoro di gruppo, faciliteranno l’interazione con le varie figure professionali che gravitano in un’equipe odontoiatrica.

Assistente alla Poltrona in studio odontoiatrico: il corso di ARES

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è un’associazione senza scopo di lucro, attiva nel campo della formazione e aggiornamento professionale, con serietà, impegno e competenza, da oltre un ventennio. Il nostro corso di Assistente alla Poltrona in studio odontoiatrico https://www.infoares.it/formazione/corsi-di-formazione-professionale/assistente-alla-poltrona-studio-odontoiatrico/, riconosciuto dalla Regione Campania, permette ai partecipanti il conseguimento di un attestato di qualifica dalla validità nazionale ed europea.

Il corso ha una durata di 900 ore e comprende tutti i moduli di insegnamento necessari allo svolgimento dell’attività: Anestesiologia, Ortodonzia, Parodontologia, Allergie, Ipersensibilità ai Farmaci, Farmacologia, Microbiologia, Malattie infettive ecc. Il nostro Team di docenti è composto da laureati e professionisti provenienti dal mondo del lavoro: 1 Laureato in Odontoiatria, 1 Laureato in Economia e Commercio, 1 Laureato in Ingegneria ed un Tutor diplomato. Il percorso didattico-formativo sarà teso a fornire ai partecipanti una preparazione a 360°, sia nel campo teorico che in quello pratico, con stage presso strutture convenzionate.

La partecipazione al corso dovrà avvenire in maniera continua ed assidua, onde garantire una formazione il più completa possibile (sarà concesso solo il 30% di assenze). I moduli di insegnamento previsti garantiranno la completa formazione in materie come: Anestesiologia, Ortodonzia, Parodontologia, Allergie, Ipersensibilità ai Farmaci, Farmacologia, Microbiologia, Malattie infettive ecc.

Le lezioni in aula saranno supportate dal frequente ricorso alla multimedialità (computer e videoproiettori, diapositive), oltre che dalla distribuzione di materiale didattico. Al termine del corso i partecipanti sosterranno un esame finale, propedeutico al conseguimento dell’attestato di qualifica.

Per ulteriori informazioni sul corso di Assistente alla Poltrona in studio odontoiatrico di ARES, così come su tutti i nostri corsi di formazione e aggiornamento professionale, potete contattarci ai seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax: 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail: info@infoares.it

Giuseppe Esposito

Operatore per l'Infanzia

Operatore per l’infanzia: ecco di cosa si occupa

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’operatore per l’infanzia è una figura professionale davvero importante che possiede competenze specifiche nel campo della formazione dei bambini

Non è sempre facile interagire con i bambini, spesso è difficile comprenderli soprattutto quando possiedono un temperamento piuttosto vivace.

Tuttavia, esiste una figura professionale che riesce a comunicare facilmente con i bambini: l’Operatore per l’infanzia.  L’OPI è una professione che negli ultimi anni ha acquisito notevole importanza, soprattutto per tutti coloro che vivono una condizione di marginalità e bisogno di integrazione.

Attualmente la professione di Operatore per l’Infanzia è inserita nelle Qualifiche Professionali della Regione Campania nell’ambito dei Servizi Socio Sanitari, di livello EQF 4 .

Di cosa si occupa l’Operatore per l’infanzia?

Principalmente l’OPI si interessa di attività rivolte all’accudimento e animazione dei bambini sia in strutture residenziali che semiresidenziali come comunità minorili, reparti ospedalieri, soggiorni vacanza.

Inoltre, molta attenzione è rivolta anche alle famiglie a cui sono rivolti interventi socio-educativi per l’infanzia e la famiglia stessa (in centri ricreativi e aggregativi, servizi educativi e ricreativi territoriali per il tempo libero, animazione estiva del tempo libero); infine l’OPI si occupa di fornire servizi socio-educativi per la prima infanzia.

Tra le varie mansioni,  si occupa anche di svolgere sostegno alla genitorialità, che si sa non è sempre un compito facile. A tal proposito sono state pensate della attività per famiglie e bambini da svolgere nelle scuole o nei servizi dedicati.

L’Operatore lavora sempre in collaborazione con altre figure professionali, organizzando con loro eventi ricreativi e culturali volti a favorire la socializzazione e le potenzialità di crescita e sviluppo nel bambino, indirizzandolo verso nuovi percorsi di autonomia.

Corso di formazione per diventare Operatore per l’infanzia da ARES

Ares è un’associazione senza scopo di lucro che si occupa prevalentemente di attività di formazione professionale, in particolar modo per soddisfare i bisogni occupazionali e riqualificare i lavoratori.

Presso l’Associazione Ricerca e Sviluppo è possibile partecipare a diversi corsi di formazione professionale riconosciuti dalla Regione Campania, come ad esempio il corso di formazione per diventare Operatore per l’infanzia! Il corso ha la durata di 600 ore suddivise in: 350 ore di lezioni frontali; 250 ore di stage da effettuare presso una struttura convenzionata con il nostro Ente di Formazione.

Il corso garantirà una preparazione completa a 360 gradi attraverso l’unione di lezioni innovative e originali con una didattica ben strutturata che abbraccerà tutte le tematiche del caso. Durante l’arco delle 600 ore sono previste anche attività di simulazione e pratica che aiuteranno il futuro educatore ad applicare correttamente le nozioni apprese.

La frequenza del corso è obbligatoria, è ammesso solo un massimo di assenze pari al 30% delle ore di corso.

Le lezioni saranno tenute da un team di docenti laureati in Psicologia, Ingegneria, Medicina/Scienze infermieristiche e Lingue e con una forte esperienza nel campo socio-educativo, inoltre saranno presenti anche un Educatore e altri professionisti pronti a dare il loro contributo.

Il corso si terrà presso la sede ARES di Viale Campi Flegrei 41 – 80124 Napoli.

Per ricevere ulteriori informazioni circa la durata dei corsi e i relativi costi si consiglia di contattare ARES ai seguenti recapiti: Telefono: 081/5704220 – Whatsapp :  3929164153 Oppure di inviare una mail a questo indirizzo: ares@infoares.it

Carla Sarnataro

psicologia dell'emergenza

Psicologia dell’emergenza: l’importanza di questa disciplina

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’importanza di questa disciplina è fondamentale perché solo un individuo con determinati requisiti potrà aiutare le persone in difficoltà

La Psicologia dell’emergenza è il settore della psicologia che studia il comportamento individuale, di gruppo e comunitario in situazioni di crisi: calamità, disastri, gravi incidenti stradali o sul lavoro, conflitti fra stati o etnie ed altre tipologie di emergenza.

Condizioni critiche fortemente stressanti, mettono a rischio le abitudini quotidiane e la capacità di far fronte ad avversità improvvise.

La psicologia dell’emergenza coinvolge molti settori

Chi fa questo tipo di assistenza è chiamato a prestare il proprio intervento in tutte le situazioni dove può nascere l’imprevisto e non c’è solo un ambito specifico di azione, infatti si può operare in diversi contesti come: settore terziario, Protezione Civile, emergenze delle ASL, 118, Pronto Soccorso Ospedaliero, Forze dell’Ordine, ma si rivolge anche a chi è libero professionista, dipendente o volontario.

L’ampia gamma di riferimento è dovuta al fatto che l’emergenza può capitare in una moltitudine di situazioni ed è necessario che si sappia effettuare un pronto intervento, ma non solo alla persona direttamente interessata.

La Psicologia dell’emergenza, infatti, oltre ad occuparsi delle persone direttamente coinvolte negli eventi critici, si occupa anche dei loro familiari e amici.

Come intervenire

Bisogna avere una buona preparazione di base, per questo esistono degli importanti corsi per preparare le persone ad affrontare le situazioni di emergenza.

Anche perché non è sufficiente intervenire solo nell’immediato della crisi, ma occorre identificare anche i fattori personali di chi è coinvolto come: status socioeconomico ed educativo, preesistenza di condizioni stressanti, disturbi ansiosi, lutti recenti.

Per un buon intervento a livello psicosociale, occorre saper comunicare con le persone coinvolte, ovviamente dipende molto dalla tipologia di trauma: emergenze ospedaliere, emergenze quotidiane (ad esempio incidenti della strada) maxi-emergenze (terremoti, alluvioni, etc.), richiedono interventi differenti e specifici.

 

 

 

Psicologia dell’Emergenza, nuovo corso ARES

Alessandro Maria Raffone No Comments

ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, sta organizzando un nuovo corso di formazione concernente la Psicologia dell’Emergenza

Il seminario gratuito “Gestione delle criticità terrestri e subacquee”, tenutosi presso la sede ARES di Bagnoli (Viale Campi Flegrei 41), dalle ore 10:00 alle ore 13:00 di giovedì 27 giugno 2019, ha avuto un grande successo di pubblico.

L’incontro era stato organizzato per presentare i suoi nuovi corsi: BLSD/PBLSD, PHTC, Oxygen First Aid e il Corso di Subacquea. Sulla scorta di ciò è stato deciso di organizzare un corso ad hoc dal titolo Psicologia dell’Emergenza.

Partepazione al convegno sulle emergenze

Psicologia dell’emergenza

Il corso nasce dalla riflessione che in situazioni di emergenza i supporters dell’assistenza psicologica per i soggetti coinvolti non debbano essere necessariamente degli esperti in materia. Per questo motivo il corso si propone di:

INFORMARE: sui processi delle reazioni individuali e psicosociali agli eventi emergenziali;

FORMARE: alla gestione della relazione con le vittime e all’organizzazione degli aiuti;

PREVENIRE: esperienze della gestione dell’ansia e delle emozioni negative sperimentando un percorso di integrazione psicofisiologica della struttura cerebrale;

INTERVENIRE: processi comunicativi e relazionali con gruppi e individui.

Perché il corso è importante?

Questo corso è di fondamentale importanza, perché l’emergenza non va affrontata solo dal lato fisico ma anche e soprattutto dal lato psicologico. Una persona, ad esempio che è stata investita oppure che risulta essere stata oggetto di un incidente automobilistico, ha necessariamente bisogno di un primo supporto psicologico.

È impaurita e sotto shock. Ha dunque bisogno di essere rassicurata e di sentirsi al sicuro. Solo un individuo con determinati requisiti potrà aiutare la persona in difficoltà. Grazie a questo corso, i partecipanti acquisiranno le abilità che gli consentiranno di stabilire legami concreti con la gente in difficoltà, organizzando nel contempo i necessari soccorsi.

L’ansia e le emozioni saranno sotto il vostro controllo. Ecco spiegato la sostanziale importanza di questo nostro corso.

Per chi è stato pensato il corso e sua durata

Il corso dura 5 ore e le lezioni sono tenute in una sola giornata di attività. Psicologia dell’emergenza è stato pensato per laici e sanitari, ovvero per tutte le persone che partecipano ad attività di primo soccorso oppure che devono intervenire in caso di emergenza.

Il valore del corso è, prima di tutto, nel conseguimento dei principi cardini concernenti la Psicologia dell’Emergenza. Inoltre, per chi seguirà il corso, vi sarà il rilascio di un attestato abilitante. Per chi lo dovesse richiedere, verranno forniti crediti ECM.

Sarebbe consigliabile seguire Psicologia dell’Emergenza per animatori sociali, operatori socio sanitari (oss), educatori per l’infanzia (epi), bodyguard, poliziotti, insegnanti.

Un’opportunità da non perdere dunque. Potete contattarci ai seguenti recapiti:  Telefono : 081 5704220 – 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 o su ares@infoares.it

Ares: un 27 giugno da non perdere!

Alessandro Maria Raffone No Comments

Domani grandi novità nella sede di Ares: seminario gratuito sulla  “Gestione delle criticità terrestri e subacquee”

La “Gestione delle criticità terrestri e subacquee” è un argomento di spicco e da non sottovalutare, per questo l’opportunità offerta da ARES è sicuramente imperdibile.

Gestione delle criticità terrestri e subacquee: Seminario gratuito il 27 giugno

Il seminario sulla Gestione delle criticità terresti e subacquee si concentrerà prevalentemente sulla presentazione di corsi specifici BLSD/PBLSD, PHTC, Oxygen First Aid e il Corso di Subacquea con successivo rilascio dell’attestato.

I corsi che saranno presentati presso gli uffici di Bagnoli (Na) in Viale Campi Flegrei 41, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 di giovedì 27 giugno 2019. La partecipazione al seminario è completamente gratuita al termine del quale sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Locandina seminario gratuito 27 giugno

La  Dott.ssa Giovanna Brancaccio, Presidente di ARES, sarà la moderatrice del corso affiancata da relatori quali la Dott.ssa Giovanna Marino, psicologa; la Dott.ssa Nadia Lombardo, psicologa; il Dott. Aldo Miceli, Protezione Civile – Falchi del Sud.

Il corso BLSD/PBLSD riguarda l’apprendimento delle tecniche e delle manovre di disostruzione e anti soffocamento, dalla durata di 5/8 ore e il rilascio del brevetto e dell’attestato.

Il corso PHTC (Prehospital Trauma Care) si concentra sull’insegnamento delle metodologie per la gestione del paziente politraumatizzato in fase pre-ospedaliera. Il corso ha la durata di 8 ore.

L’OXYGEN FIRST AID è un corso di 5 ore in seguito alla quale si potranno acquisire ben due certificati “OXYGEN FIRST AID PROVIDER” e “ADVANCED OXYGEN FIRST AID”, consigliato per Bagnini di Salvataggio, Personal trainer, Istruttori e guide subacquee e molte altre figure professionali.

Infine, saranno presentati anche il corso di “Psicologia dell’emergenza” e diversi corsi di Subacquea.

Ulteriori informazioni

Da anni l’Associazione Ricerca e Sviluppo (ARES) mette a disposizione per gli utenti diversi corsi di formazione, tra cui i diversi corsi che saranno presentati il prossimo 27 giugno.

Un team composto da esperti si occuperà di offrire agli utenti interessati ai Corsi tutte le informazioni necessarie, accertandosi che possano ricevere tutto il supporto di cui avranno bisogno.

Cogliere questa occasione potrebbe rappresentare una grande opportunità di crescita e formazione, quindi vi aspettiamo numerosi presso le sedi di Bagnoli e Via Medina per gli eventi in merito alla “Gestione delle criticità terrestri e subacquee”.

Per maggiori informazioni  al riguardo contattare i numeri: Telefono: 081/5704220 –  Mobile con Whatsapp:3929164153, oppure tramite e-mail all’indirizzo: ares@infoares.it – info@psbsrl.it

Carla Sarnataro

Gestione delle criticità terrestri e subacquee: il 27 giugno seminario GRATUITO di ARES

Alessandro Maria Raffone No Comments

ARES presenta i nuovi corsi BLSD/PBLSD, PHTC, Oxygen First Aid e il Corso di Subacquea durante un seminario gratuito, con attestato di partecipazione. Appuntamento il 27 giugno 2019

ARES – Associazione Ricerca E Sviluppo, presenta i suoi nuovi corsi: BLSD/PBLSD, PHTC, Oxygen First Aid e il Corso di Subacquea. L’occasione per la presentazione dei nuovi corsi di ARES sarà il seminario “Gestione delle criticità terrestri e subacquee”, che si terrà presso i nostri uffici di Napoli, presso la sede di Bagnoli in Viale Campi Flegrei 41, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 di giovedì 27 giugno 2019. Il seminario di ARES sarà completamente gratuito e si concluderà con il rilascio di un attestato di partecipazione a tutti i presenti.

Il seminario sarà moderato dalla Dott.ssa Giovanna Brancaccio, Presidente di ARES e vedrà la partecipazione, in qualità di relatori, di:

  • ssa Giovanna Marino, psicologa;
  • ssa Nadia Lombardo, psicologa;
  • Aldo Miceli, Protezione Civile – Falchi del Sud.

Gli interventi saranno finalizzati ad illustrare, nel dettaglio, fini e modalità di svolgimento dei corsi. ARES – Associazione Ricerca e Sviluppo conferma il suo impegno nella formazione e aggiornamento professionale, fondamentali sia per chi aspiri a fare carriera ed a specializzare ulteriormente la propria professionalità, sia per chi si sta adesso avvicinando per la prima volta al mondo del lavoro in cerca di occupazione. Di seguito, una breve panoramica sui nuovi corsi di ARES.

BLSD/PBLSD

Si tratta di un corso di formazione teorico/ pratico, accreditato in Regione Campania, di “DISOSTRUZIONE E MANOVRE ANTISOFFOCAMENTO, RIANIMAZIONE CARDIO-POLMONARE ADULTO, BAMBINO, INFANTE; BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATOR (BLSD) E PEDIATRIC BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATOR (PBLSD)” con rilascio di brevetto e attestato ed inserimento nell’elenco degli esecutori del 118. I corsi hanno validità su tutto il territorio nazionale, danno punteggio per aspiranti militari e forze armate, vpf, crediti formativi scolastici ed universitari, punteggi in graduatorie e sono da titolo di preferenza nella pubblica amministrazione.

Il corso di BLSD/PBLSD ha una durata di 5 ore per la certificazione laica, 8 ore per quella sanitaria ed è accessibile a chiunque: medici, infermieri, studenti, soccorritori, volontari, operatori di Protezione Civile, insegnanti, genitori e quanti operano periodicamente nei dipartimenti di emergenza-urgenza intra o extra ospedalieri.

CORSO PHTC (Prehospital Trauma Care)

Il corso, erogato secondo gli standard qualitativi richiesti IRC, ha come fine la corretta gestione del paziente politraumatizzato in fase pre-ospedaliera. Al termine del corso il discente avrà acquisito la capacità di utilizzare correttamente i presidi per la mobilizzazione, immobilizzazione e trasporto del paziente traumatizzato, nonché la capacità di identificare i traumi maggiori da trasportare nell’ospedale più idoneo e gli schemi di intervento.

Il corso dura 8 ore, fruibili in una o due giornate e l’accesso è subordinato al possesso di brevetto BLSD non scaduto.

OXYGEN FIRST AID: SOMMINISTRAZIONE DI OSSIGENO NELLE EMERGENZE

Il corso è disegnato per addestrare ed educare nelle tecniche di utilizzo dell’ossigeno come primo soccorso per un sospetto incidente. Inoltre, questo corso introduce i fondamenti del riconoscimento di segni e sintomi e della risposta e gestione degli incidenti acquatici.

Il corso dura 5 ore e prevede l’acquisizione di 2 certificazioni:” OXYGEN FIRST AID PROVIDER” e “ADVANCED OXYGEN FIRST AID”. È consigliato per Bagnini di Salvataggio, Personal trainer, Istruttori e guide subacquee, Protezione civile, Sanitari, Personale impiegato a vario titolo in ambienti acquatici e sanitari, laici e a tutte quelle professioni che possono trovarsi ad intervenire in situazioni di emergenza.

Per accedere al corso è necessario avere brevetto BLSD non scaduto.

CORSO DI PSICOLOGIA DELL’EMERGENZA

Il corso nasce dalla riflessione che in situazioni di emergenza i supporters dell’assistenza psicologica per i soggetti coinvolti non debbano essere necessariamente degli esperti in materia. È pertanto aperto a tutti, laici e sanitari e non prevede prerequisiti d’accesso. La durata del corso è 5 ore.

CORSI DI SUBACQUEA

Certificazione CMAS riconoscimento internazionale. Nello specifico:

  • CORSO SICUREZZA NEI CANTIERI SUBACQUEI
  • CORSO IMMERSIONE IN ACQUE CONTAMINATE
  • CORSI DI SUBACQUEA RICREATIVA E PROFESSIONALE ANIS
  • SOCCORSO ACQUATICO DI SUPERFICIE
  • SOMMOZZATORE DI PROTEZIONE CIVILE

Inoltre è possibile accedere, tramite il corso base di subacquea ANIS-CMAS, ai seguenti corsi di specializzazione subacquea:

dalla 1° Stella ANIS/CMAS (OWD) è possibile accedere a: Orientamento, Notturna, Sotto i Ghiacci, Atmosfera Rarefatta, Muta stagna, Fotografia Subacquea, Video Sub, Nitrox, Esecutore Bls/BlsD, Oxigen Provider.

Dalla 2° Stella ANIS/CMAS (ADV OWD) è possibile accedere a: Soccorso Subacqueo, Profonda, Biologia, Relitti, Ricerca e Recupero, Archeosub, Fluviale, Caverna.

Dal Diveleader ANIS/CMAS (Divemaster) è possibile accedere a: Elisoccorritore subacqueo, Operatore di Protezione Civile, Speleo Sub.

Se volete saperne di più sul seminario gratuito “Gestione delle criticità terrestri e subacquee” di ARES e su tutti i nostri corsi di formazione e aggiornamento professionale, potete contattarci ai seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax: 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail: info@infoares.it

Giuseppe Esposito

I Convegno Norme tecniche antincendio

Alessandro Maria Raffone No Comments

ARES e PSB Srl organizzano insieme un primo importante convegno sulle Norme tecniche antincendio

Il 2019 è un anno di importanti novità in tema di prevenzione incendi. In particolare, dal 6 maggio 2019 sono entrate in vigore le misure gestionali per la prevenzione e la corretta gestione degli incendi per gli edifici di civile abitazione e i condomini (D.M. 25 gennaio 2019).

Per quanto riguarda le strutture ricettive turistico-alberghiere l’entrata in vigore della normativa antincendio (quindi dell’adeguamento alla stessa) è stata rinviata al 30 giugno 2019.

L’articolo 13

Secondo quanto è riportato nell’articolo 13 del Decreto Legislativo 08/03/2006, n. 139: “La prevenzione incendi è la funzione di preminente interesse pubblico diretta a conseguire, secondo criteri applicativi uniformi sul territorio nazionale, gli obiettivi di sicurezza della vita umana, di incolumità delle persone e di tutela dei beni e dell’ambiente attraverso la promozione, lo studio, la predisposizione e la sperimentazione di norme, misure, provvedimenti, accorgimenti e modi di azione intesi ad evitare l’insorgenza di un incendio e degli eventi ad esso comunque connessi o a limitarne le conseguenze”.

Prevenzione Incendi

Al fine di presentare tali novità, ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) organizza, insieme alla PSB Srl che fornirà la sede dell’incontro, una serie di Convegni per supportare la corretta lettura e interpretazione delle nuove norme tecniche antincendio.

I temi presentati verteranno: sulla normativa vigente, sui requisiti di sicurezza antincendio negli edifici di civile abitazione, sulle disposizioni applicate alla progettazione, sulla realizzazione e esercizio delle attività ricettive, sulle caratteristiche costruttive e sulle misure per l’evacuazione in caso di incendio.

I° Convegno Norme tecniche antincendio

Il primo Convegno si terrà il giorno 27 giugno 2019 presso la sede della PSB Srl di via Medina 5 (Na) e sarà incentrato sul Codice di Prevenzione Incendi, sulle procedure e le misure da attuare e sui profili di rischio. L’evento si svolgerà dalle ore 15:00 alle 18:00.

Ai partecipanti al Convegno sarà riservato uno sconto sull’iscrizione al Corso di Formazione “Nuove regole tecniche di prevenzione Incendi”, accreditato CNI (Consiglio Nazionale Ingegneri).

Per partecipare inviare mail al seguente indirizzo di posta elettronica: info@psbsrl.it

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it