• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Monthly Archives:Ottobre 2019

Notizie utili per l’ammissione al Servizio Civile Nazionale – Le domande devono essere consegnate entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 26 Giugno 2017

Redazione No Comments

Rendo noto che con la pubblicazione Bando del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Ufficio per il Servizio Civile Nazionale per la selezione di n. 47.529 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia e all’estero, è stato approvato il progetto di Servizio Civile seguente:

la cui realizzazione sarà effettuata presso la sede    L’Ares per il territorio .

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadini italiani;
  • cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
  • cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n. 64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani e per l’attuazione del progetto sperimentale europeo IVO4ALL;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017. Le domande comunque pervenute oltre il termine stabilito, non saranno prese in considerazione.

La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:

  • redatta secondo il modello riportato;
  • accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;

Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:

  1. con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf all’indirizzo pec infoares@arubapec.it a mezzo “raccomandata A/R” all’indirizzo di ciascuna sede progetto;
  2. consegnate a mano all’indirizzo di ciascuna sede progetto e secondo le modalità e tempi di ciascuna.
  3. Le domande devono essere consegnate entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 26 Giugno 2017

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente pubblicati. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni. La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. È cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede, ove necessario.

La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla selezione, analogamente al mancato invio della fotocopia del documento di identità; è invece sanabile la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto

Per eventuali ulteriori chiarimenti inviare richiesta all’indirizzo mail.

Il Responsabile Nazionale del Servizio Civile

 

Modulistica Allegata da Scaricare : 

NOTIZIE UTILI 

DOMANDA DI AMMISSIONE – ALLEGATO 2

AVVISO DI CONSEGNA

PROGETTO

DICHIARAZIONE TITOLI – ALLEGATO 3

OSS: nuove assunzioni dalla Regione Campania

Alessandro Maria Raffone No Comments

Il 2020 inizia in maniera molto positiva per gli Operatori Socio Sanitari (OSS) grazie alle assunzioni volute dalla Regione Campania 

Si è parlato spesso, in questi ultimi tempi, delle difficoltà in campo medico per quanto riguarda la cronica carenza di personale. Una situazione gravissima che ogni Regione, in base alle specifiche competenze, ha cercato di affrontare con le proprie risorse.

Per quanto compete la Regione Campania, quest’ultima ha deciso di risolvere questa grave minaccia al nostro sistema sanitario utilizzando una politica di assunzioni mirate.

Dopo 10 anni di commissariamento, la Regione può di nuovo gestire in piena libertà e autonomia il proprio budget destinato all’ambito sanitario.

Tra le figure assunte, come vedremo, troviamo l’Operatore Socio Sanitario (OSS).

L’Operatore Socio Sanitario: di cosa si occupa?

L’Operatore Socio Sanitario ha il compito di fornire cure ed assistenza a persone afflitte da condizioni di disagio, di non autosufficienza fisica, che presentino problemi psichici, favorendone, al tempo stesso, integrazione e benessere.

L’OSS agisce in combinazione con altre figure sanitarie. Proprio per questo motivo quest’ultimo necessita di una formazione specifica.

Grande opportunità campana per gli OSS

Sono stati assunti stabilmente e a tempo indeterminato ben 357 operatori socio sanitari, smistati in diversi ospedali campani. Un primo importante passo visto che nei prossimi mesi ci saranno altre 7.600 assunzioni che riguarderanno medici, infermieri ed OSS.

Per diventare operatore socio sanitario è necessario seguire uno specifico corso presso un ente di formazione.

Tra questi ultimi, a Napoli, troviamo ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, da venti anni attiva nell’ambito della formazione professionale.

Corsi OSS di Ares

Ares offre, durante tutto l’anno, corsi sia per la figura dell’OSS che dell’OSSS (Operatore Socio Sanitario Specializzato).  

Il percorso formativo ha come obiettivo quello di plasmare un professionista che presenti sia competenze tecniche che fanno riferimento all’assistenza diretta della persona, sia competenze relazionali relative alla sfera dei rapporti con il paziente e con i suoi cari.

Al termine del corso, organizzato e gestito da professionisti del settore, i partecipanti otterranno, previo esame finale, un attestato di qualifica professionale di validità nazionale estremamente richiesto e facilmente spendibile sul mercato del lavoro. 

Per avere maggiori informazioni circa i costi e le modalità di iscrizione potete contattare i seguenti recapiti: telefono: 081/5704220 –  indirizzo mail: ares@infoares.it. 

its trasporto ferroviario manutenzione treni

Corso “Tecnico Superiore per la produzione e manutenzione dei mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture” – Trasporto ferroviario

Redazione No Comments

Corso “Tecnico Superiore per la produzione e manutenzione dei mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture”

Trasporto ferroviario

(Biennio 2019-2021)

Per la graduatoria definitiva, clicca qui!

RETTIFICA – Corso Formazione di “Tecnico Superiore per la produzione e manutenzione dei mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture”

Redazione No Comments

Formazione di Tecnici Superiori per la gestione di servizi manutentivi e logistici per mezzi di trasporto e relative infrastrutture in campo terrestre ed areo”

Area Tecnologica Mobilità sostenibile

 

Si comunica che per mero errore è stata pubblicata una graduatoria non completa (mancante del risultato di tre candidati che hanno regolarmente svolto la prova di selezione in data 20 dicembre).
A partire dalla giornata odierna, 07/01/2020, sarà consultabile la graduatoria corretta e definitiva.

Ci scusiamo per l’inconveniente 

Per la GRADUATORIA FINALE clicca qui!

Convocazione prove di selezione per il bando “Tecnico superiore per la produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture – TST2”

Redazione No Comments

ELENCO AMMESSI – Comunicazione data selezione

Si riportano di seguito i nominativi dei candidati ammessi alle selezioni per il Bando I.T.S. “Tecnico superiore per la Produzione e Manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture -TST2” (Bienno 2019-2021).

Si precisa che le selezioni si terranno in due momenti:

il giorno 20 dicembre 2019 a partire dalle ore 10:00 verrà svolta la PROVA SCRITTA presso l’AULA DE ROSSI, Piazzale Tecchio, 80 – Fuorigrotta Napoli, Facoltà di Ingegneria della Federico II, 4° piano, palazzina arretrata.
il giorno 20 dicembre 2019 a partire dalle ore 14:00 verranno svolti i COLLOQUI MOTIVAZIONALI presso l’AULA DE ROSSI, Piazzale Tecchio, 80 – Fuorigrotta Napoli, Facoltà di Ingegneria della Federico II, 4° piano, palazzina arretrata.

La graduatoria degli ammessi al corso sarà disponibile sul sito www.itsms.it nei giorni successivi.

Si ricorda di portare una penna e un valido documento di riconoscimento.

 

Clicca qui per l’elenco ammessi.

ifts formazione professionale regione campania

Graduatoria IFTS Tecnico superiore delle produzioni manifatturiere e dei prodotti del “Made in Italy” – II° Annualità

Redazione No Comments

Pubblicazione risultati delle selezioni del corso “Tecnico superiore delle produzioni manifatturiere e dei prodotti del “made in Italy” – II° Annualità” 

Nei giorni 17 e 18 dicembre a partire dalle ore 16.00 si terranno gli esami finali del percorso IFTS “Tecnico superiore delle produzioni manifatturiere e dei prodotti del made in Italy – II annualità”.
Le attività si svolgeranno presso la sede Ares – Associazione Ricerca e Sviluppo in Viale Campi Flegrei, 41 come di seguito indicato:

  • 17 dicembre ore 16.00 – PROVA SCRITTA
  • 18 dicembre ore 16.00 – COLLOQUI

ELENCO AMMESSI ESAME IFTS – Clicca qui.

Corso IFTS Moda ha raggiunto un nuovo traguardo

Alessandro Maria Raffone No Comments

I ragazzi del corso IFTS Sistema Moda targato ARES hanno partecipato all’allestimento di una mostra molto importante a Castel dell’Ovo

Alcuni dei ragazzi della seconda edizione del corso IFTS, per diventare Tecnico superiore delle produzioni manifatturiere e dei prodotti del “Made in Italy” hanno partecipato alla recente mostra dall’evocativo titolo Antologia di abiti della storica sartoria Cine-Teatrale e Televisiva di Napoli organizzato dalla sartoria C.T.N. 75 di Vincenzo Canzanella, tenutasi in questi giorni a Castel dell’Ovo (Napoli).

moda-canzanella

Moda mostra Canzanella

Video intervista

All’inaugurazione dell’evento, avvenuta il 7 novembre 2019, abbiamo intervistato il Dott.Vincenzo Canzanella; il tutor Dott. Davide Canzanella; la Dott.ssa Marianna Mazzitelli (Assistente di sartoria); i ragazzi del corso IFTS Fabio Caiano e Alessandra Napolitano.

Il corso IFTS moda (pelletteria)

Il corso, in dirittura di arrivo, ha lo scopo di formare un professionista in grado di curare sia la progettazione sia la realizzazione del prodotto moda (pelletteria) Made in Italy.

Un ruolo fondamentale ed estremamente richiesto, non a caso, visto che da esso dipende la valorizzazione e lo sviluppo dei processi produttivi e dei materiali della cultura e della tradizione sartoriale. Vogliamo inoltre ricordare che il nostro corso oltre ad offrire la formazione necessaria per adempiere con professionalità e competenza alle mansioni previste dall’attività potrà anche rilasciare un titolo ufficiale riconosciuto dalla Regione Campania.

L’organizzatrice del corso, ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo), è sempre in prima linea nella valorizzazione di nuovi talenti.

Voucher per la formazione femminile nella Regione Campania

Alessandro Maria Raffone No Comments

La Regione Campania ha deciso di erogare voucher per facilitare la partecipazione a percorsi formativi indirizzati a donne in età lavorativa. ARES vi partecipa

Grazie all’Asse I dello Sviluppo Campania SPA – Por Campania FSE 2014/2020 è stato deciso di erogare voucher per consentire a donne in età lavorativa di prendere parte a specifici percorsi formativi. La notizia è stata pubblicizzata tramite avviso sul BURC (Bollettino Ufficiale Regione Campania).

Nuovi voucher formativi

La Regione Campania ha deciso, dunque, di mettere in campo dei voucher formativi rivolti alle donne campane di età compresa tra i 18 e i 50 anni non ancora compiuti. Queste ultime avranno così a disposizione fino a 3000 euro al fine di partecipare a corsi di specializzazione, master o corsi di formazione autorizzati. In particolare le materie dei corsi saranno le cosiddette STEM (Science, Technology, Engeenering e Mathematics), ovvero Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica.

Per entrare nello specifico, scopo di questi voucher sarà quello di “aumentare la partecipazione sostenibile e i progressi delle donne nel settore dell’occupazione, di lottare contro la femminilizzazione della povertà, di ridurre la segregazione di genere nel mercato del lavoro e di lottare contro gli stereotipi di genere nel mercato del lavoro e nell’istruzione e nella formazione, di promuovere la riconciliazione tra vita professionale e vita privata per tutti, nonché di implementare una uguale suddivisione delle responsabilità di cura tra donne e uomini”.

Chi può partecipare

I soggetti ammessi a partecipare all’avviso e quindi a presentare domanda sono tutte le donne in età lavorativa con o senza strumenti a sostegno del reddito, in possesso dei seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:

  1. essere domiciliati o residenti nel territorio della Regione Campania. Le donne non cittadine dell’Unione Europea devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno alla data di presentazione della domanda;
  2. devono aver compiuto 18 anni di età alla data di presentazione della domanda;
  3. non devono aver compiuto 50 anni di età alla data di presentazione della domanda;
  4. devono essere titolari di reddito da modello ISEE familiare per l’anno 2018 fino a € 50.000,00.

I requisiti sopra indicati costituiscono condizione di ammissibilità e devono essere tutti posseduti alla data di presentazione della domanda.

ARES prende parte al progetto campano

ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, è un Ente di Formazione Professionale e in questa veste ha deciso di partecipare a questo importantissimo progetto stabilito dalla Regione Campania. Incentivare il lavoro femminile e lottare al contempo contro la discriminazione di genere è di vitale importanza.

Come per la Regione Campania, anche per ARES il lavoro è la priorità.

Potete contattarci, per ulteriori informazioni, al Telefono: 081/5704220 o per mail al nostro indirizzo: ares@infoares.it

Compila il Form

Il Corso OPI per la rubrica IN-forma

Alessandro Maria Raffone No Comments

ARES ha tra i suoi vari corsi quello per diventare OPI, Operatore per l’Infanzia. Di seguito tutte le informazioni su questo possibile sbocco lavorativo

ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, è un Ente di Formazione Professionale e tra i vari corsi erogati troviamo l’OPI, Operatore per l’Infanzia.  Una figura professionale di grande importanza sociale perché chi svolge questo lavoro deve rapportarsi con i più piccoli. Per la rubrica In-forma.

A chi si rivolge il corso OPI?

Il corso OPI deve svolgere la propria attività in asili nido, ludoteche, centri di accoglienza, centri gioco, baby parking ed è rivolto a persone che siano diplomate in licei con indirizzo socio-pedagogico o laureati in Psicologia o in Scienza della Formazione.

Di cosa si occupa l’OPI?

Compito dell’OPI è quello di organizzare e realizzare una serie di attività ricreative indirizzate all’educazione e alla socializzazione del bambino, allo sviluppo delle sue attitudini e al potenziamento delle sue capacità. L’operatore dovrà operare in un contesto equilibrato nel quale l’empatia e la sensibilità del singolo individuo si sposano a capacità di tipo tecnico.

Centro dell’attività dell’Operatore per l’Infanzia è il bambino con il suo mondo e le sue esigenze. I suoi gesti, il suo comportamento e la sua personalità saranno analizzati dall’OPI per fornire tutto il supporto necessario per farlo crescere nei giusti valori e nelle corrette modalità di interazione sociale.

Se il bambino presente delle difficoltà comportamentali o di interazione sociale lì deve agire l’OPI per sistemare la situazione. Centrale in questa azione è il gioco e, in generale, le attività ludiche (primo momento nel quale i più piccoli incominciano a relazionarsi con gli altri).

Durata del corso

Il corso dura 600 ore, delle quali 350 ore sono di teoria e 250 ore sono di stage. Queste ultime si svolgeranno in una struttura convenzionata con il nostro Ente di Formazione.

Tramite originali ed innovative lezioni e una didattica ben organizzata saranno trattate tutte le tematiche previste dallo specifico corso. Simulazioni ed attività pratiche garantiranno, inoltre, la corretta applicazione delle conoscenze acquisite ai fini di una formazione a 360 gradi. Essendo la frequentazione a tale corso obbligatoria, le assenze non devono superare un massimo del 30% delle ore di corso.

Il corpo docente

Il nostro corpo docente è costituito da professori laureati in Psicologia, Ingegneria, Medicina/Scienze infermieristiche e Lingue. La particolarità di questo corso consiste nella partecipazione di un Operatore e di alcuni professionisti provenienti dal mondo del lavoro che consentiranno un regolare svolgimento delle lezioni garantendone un’adeguata professionalità e serietà.

Materie e tematiche affrontate

Le materie da analizzare e da affrontare verteranno sulla pedagogia, la psicologia, la sociologia, la normativa di riferimento e l’informatica. Alcune tematiche affrontate riguarderanno: Dinamiche Comportamentali; Tecniche espressive; Tecniche di primo soccorso e gestione emergenze; Sicurezza sui luoghi di lavoro; Creazione e gestione di attività laboratoriali; Tecniche di animazione; Gestione dei conflitti; Analisi ed interpretazione dei bisogni del bambino; Diritti del bambino ecc.

Una grande opportunità per crescere lavorativamente e per trovare un nuovo lavoro a contatto con i più piccoli. Contattateci per maggiori informazioni circa i costi e le modalità di iscrizione potete contattaci ai seguenti recapiti:

Telefono: 081/5704220 – WhatsApp ares formazione Mobile con Whatsapp : 3929164153 –  mail al nostro indirizzo: ares@infoares.it

Alessandro Maria Raffone

BLSD, i nuovi corsi ARES

Alessandro Maria Raffone No Comments

Il 16 e il 30 novembre 2019 si terranno due corsi ARES, a Bagnoli, per BLSD 

ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, è un Ente di Formazione riconosciuto dalla Regione Campania. Tra i corsi erogati troviamo il BLSD (Basic Life Support\Defibrilation) ovvero il Supporto di base per le funzioni vitali con defibrillatore. Ma di cosa si tratta? 

A corsa serve il BLSD?

Ogni anno circa 60.000 persone di ogni età e condizione sociale hanno un arresto cardiaco. Per impedire che un simile attacco possa risultare mortale è necessario saper svolgere alcune particolari manovre e soprattutto essere in possesso e saper utilizzare lo strumento BLSD. 

Proprio per imparare ad utilizzare correttamente questo importante strumento di primo soccorso che nella sede ARES di Bagnoli si terranno due corsi BLSD, il 16 e il 30 novembre 2019. 

Corsi BLSD 

I corsi dureranno una mezza giornata, dalle 8 e 30 alle 14 e 30 e sono a pagamento. Al termine del corso, dopo aver superato un esame, sarà rilasciato un attestato valido a livello italiano ed europeo come rianimatore esecutore BLSD. Questo titolo è utile anche per la partecipazione a graduatorie e concorsi. 

Chi può partecipare? 

Al corso possono partecipare tutti, sia le figure professionali inerenti l’universo sanitario sia coloro che non fanno parte di questo specifico settore: ad esempio studenti, personale sanitario, sportivi e volontari. 

Docenti e argomenti 

I docenti dei corsi fanno parte di personale altamente qualificato. I partecipanti al corso, dunque, saranno in grado di fronteggiare le diverse tipologie di situazioni di pericolo che possono presentarsi, applicando la giusta tecnica di primo soccorso con l’ausilio del defibrillatore semiautomatico. In questo modo, sarà possibile assistere e tutelare le vittime di scompensi cardiaci e/o respiratori in attesa che giunga il 118 a gestire la situazione.

Se interessati a partecipare potete contattarci ai seguenti recapiti: Telefono: 081/5704220 –   Mobile con Whatsapp : 3929164153. Oppure potete inviaci una mail al nostro indirizzo: ares@infoares.it 

Per evitare problemi di iscrizione si prega di contattare i nostri recapiti entro il 12 novembre per chi vuole partecipare al corso del 16 e entro il 26 per chi desidera prendere parte al corso del 30 novembre. 

Realtà aumentata

Rubrica Innovazione: la realtà aumentata nei musei

Alessandro Maria Raffone No Comments

Secondo appuntamento con la Rubrica Innovazione di Ares – Associazione Ricerca e Sviluppo, dedicata alla formazione industria 4.0 e parleremo di un tema molto interessante: la realtà aumentata nei musei. Ancora una volta la nostra parola chiave sarà #innovares

La Rubrica Innovazione riparte con la realtà aumentata e ci concentreremo della sua applicazione nei musei. Per realtà aumentata (in inglese augmented reality, abbreviato in AR) si intende la crescita della nostra percezione sensoriale mediante vari livelli di informazioni, in genere elaborate e trasmesse elettronicamente, che non sarebbero percepibili normalmente con i cinque sensi. Se ne parla anche quando le informazioni, invece di essere aggiunte, sono ridotte per presentare una realtà più nitida e coinvolgente.

I campi di applicazione

Le informazioni che aumentano la realtà percepita possono essere aggiunte su computer o dispositivi mobili, tramite una webcam e i relativi software. Gli orizzonti applicativi sono infiniti, la realtà aumentata trova ambito di applicazione in numerosi campi: nella cura dei pazienti, nella chirurgia operatoria, nelle terapie riabilitative, nella formazione, nei servizi della pubblica amministrazione e in numerosi altri contesti.

Realtà aumentata

I campi di applicazione di questa tecnologia sono molteplici

La realtà aumentata nei musei

Uno dei campi più interessanti per l’utilizzo della realtà aumentata è il museo. Il settore culturale, ormai, sta adottando sempre di più le nuove tecnologie per attrarre visitatori.  Una delle applicazioni più diffuse, prevede l’utilizzo delle tecnologie mobile per offrire maggior contenuti, come ad esempio scoprire qualcosa in più su un artista che ha dipinto un quadro che stiamo ammirando. Gli esempi, però, sono molteplici: i dinosauri possono ritornare in vita tramite specifiche applicazioni, le più famose battaglie dell’antichità possono essere spiegate, le dimostrazioni scientifiche esposte con più semplicità e in modo più divertente, vedere ricostruite le rovine dei monumenti in 3D, osservare le modifiche avvenute nel corso degli anni a un determinato monumento, creare dei giochi interattivi per i più piccoli e molto, molto altro.

Tutto questo grazie a uno smartphone, un tablet o tramite dei dispositivi messi a disposizione dei visitatori. La realtà aumentata rende i musei non più luoghi statici ma dinamici in grado di avvicinare un gran numero di persone alla cultura.

Che cosa può fare Ares nell’ambito della formazione della realtà aumentata

Ares – Associazione Ricerca e Sviluppo organizza uno specifico corso di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata al cui interno sono trattati argomenti come l’intelligenza artificiale e i software applicativi. I docenti sono selezionati tra gli esperti in ingegneria informatica, in grafica e in stampa digitale. Sarà rilasciato un attestato valido, che certificherà i traguardi raggiunti.

 

Francesco De Fazio

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it