• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Formazione 4.0: accordo tra Siemens e Confindustria

Si apre una nuova era della formazione 4.0 con il nuovo accordo siglato tra Siemens e Confindustria

Il 19 luglio 2018 è stato firmato l’accordo “Smart Factory Siemens – 100 Giornate per le Imprese Manifatturiere Italiane” tra Confindustria e Siemens al Centro Tecnologico e Applicativo (TAC) di Piacenza.

Che cosa prevede l’accordo?

Secondo l’accordo, per favorire lo sviluppo della digitalizzazione delle imprese italiane, è stato dato il via ad una collaborazione tra la rete dei Digital Innovation Hub (Dih) di Confindustria e il Tac della Siemens. Quest’ultima, nello specifico, ha concesso ai Dih la possibilità di organizzare ben 100 giornate destinate a tutte le imprese che vogliono imparare a conoscere ed ad investire nella tecnologia 4.0. Le attività sono previste fino al 2020.

L’importanza di questo accordo

Un accordo di questa portata è senza dubbio notevole. Infatti, come sottolinea e spiega Giuliano Busetto, Country Division Lead delle divisioni Digital Factory e Process Industries and Drives di Siemens Italia nonchè Amministratore di Siemens Industrial Software, si tratta di un grande atto di riconoscimento nei confronti della Siemens e, più nello specifico del Tac, che è proprio il centro in cui si punta sullo studio e sullo sviluppo delle tecnologie di impronta 4.0. Di sicuro, l’accordo è stato siglato anche per il ruolo chiave che da quest’ultimo viene attribuito all’aggiornamento ed alla formazione continua, che sono elementi essenziali per crescere nell’ottica dell’Industria 4.0.

Il percorso delle imprese

In seguito ad una valutazione sull’assessment digitale delle imprese, svolto nei Dih di Confindustria presenti in tutta Italia, le aziende verranno poi indirizzate direttamente presso il Tac. È in questa sede che avverranno la formazione e l’aggiornamento vero e proprio. In particolare, saranno organizzate progettazioni e simulazioni per le macchine applicate e si potranno conoscere e provare le tipologie di controllo, le isole industriali software, le macchine utensili e tutto quanto previsto dal Piano Impresa 4.0.

Il ruolo di Confindustria

È già da circa un anno e mezzo che i Dih di Confindustria sono presenti sul territorio e funzionano anche in maniera opportuna ed appropriata, tanto che sono stati accreditati anche in Europa. In questo modo, infatti, l’Italia può partecipare a tutte le iniziative europee sulla digitalizzazione. Gli scopi dei Dih sono di grande importanza: dall’accompagnare le imprese verso il loro sviluppo e la loro crescita nel campo della digitalizzazione all’occuparsi di sensibilizzazione e di formazione sul territorio europeo, ma anche di assessment sullo sviluppo del digitale nelle imprese, contando su un apposito strumento, realizzato in collaborazione tra il Politecnico di Milano ed Assoconsult.

Sicuramente con questo accordo, dunque, si aprirà una fase storica molto importante anche per Confindustria, il cui ruolo sarà quello di avvicinare le imprese alla Siemens, dove potranno entrare a contatto con la tecnologia dell’era 4.0 ed iniziare a scoprirla ed utilizzarla. La collaborazione siglata tra i due enti, in ultima analisi, agevolerà anche le Pmi, che più di tutte hanno bisogno di avvicinarsi al mondo dell’Industria 4.0.

 

La Redazione

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it