• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

GDPR: Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza si esprime sul consenso ai minori

L’Autorità Garante per l’infanzia e per l’adolescenza ha dichiarato pubblicamente l’importanza di mantenere la soglia dei 16 anni per l’autorizzazione al trattamento dei dati dei minori, come previsto dal GDPR

L’autorizzazione al trattamento dei dati personali dei minori

Il Regolamento Europeo 2016/679, meglio conosciuto come GDPR (General Data Protection Regulation), è entrato ufficialmente in vigore il 25 maggio in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea ma in Italia, a causa di un’impasse governativa, la delega effettiva è slittata al prossimo 21 agosto. La normativa europea ha lasciato un margine di libertà riguardo ad alcune condizioni che possono essere modificate di Stato in Stato, come, ad esempio, la regolamentazione sull’autorizzazione al trattamento dei dati personali dei minori. Il Regolamento fissa a 16 anni il limite di età dal quale il minore può iniziare a fornire in autonomia il consenso per il trattamento dei propri dati personali su servizi online, app e social, ma stabilisce anche che la soglia può essere abbassata al massimo ai 13 anni, in base alle decisioni governative che si vogliono intraprendere.

L’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza sul trattamento dei dati dei minori

Filomena Albano, Presidente dell’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, ha già dichiarato pubblicamente il suo parere in merito alla questione, ovvero mantenere la soglia imposta dalla normativa ai 16 anni d’età. È necessario garantire a tutti i giovani un utilizzo sereno e “leggero” dei social media, facendo in modo che siano i genitori a fornire le autorizzazioni necessarie per l’utilizzo degli stessi (almeno fino ad una certa età). Per i ragazzi, invece, che hanno raggiunto i 16 anni di età, devono essere fornite informative semplici e chiare affinchè possano comprendere bene ciò che vanno ad autorizzare ed assumersene la piena responsabilità, anche per eventuali rischi. L’Autorità Garante sottolinea, inoltre, che i dati dei minori non dovrebbero essere usati per scopi commerciali o di profilazione, a meno che non sia necessario per la tutela del minore stesso.

L’art. 8 del GDPR

L’art. 8 del GDPR è l’articolo specifico della nuova normativa europea, che si occupa di legiferare rispetto all’autorizzazione al trattamento dei dati personali dei minori. Esso viene applicato solamente in alcune specifiche condizioni, come ad esempio quando si tratta di servizi offerti direttamente ai minori, che richiedono il consenso esplicito da parte del soggetto. Dunque, l’art. 8 non è specifico di tutti i trattamenti dei dati online che si riferiscono ai minori, né tantomeno di ogni servizio al quale essi possono accedere. È comunque sempre bene sottolineare che la norma non intende in nessun modo precludere l’accesso ai servizi informatici ai minori ma solo tutelarli. La tutela, allora, può essere garantita unicamente attraverso il consenso informato affinchè i dati raccolti possano essere legittimamente utilizzati.

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it