• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Industria 4.0 e Formazione 4.0

Formazione 4.0 fondamentale per rendere le imprese competitive

Uno degli elementi principali del Piano dell’Industria 4.0 è puntare innanzitutto sulla competitività della produzione delle aziende, mirando soprattutto alle risorse umane.

Credito d’imposta per le aziende

Proprio per incrementare quanto rilevato sopra, la Legge di Bilancio 2018 ed il seguente Decreto Interministeriale del 4 maggio 2018 hanno stabilito un credito d’imposta per tutte le aziende che vogliono puntare sull’ammodernamento degli strumenti, nell’ottica dell’Industria 4.0, oltre che sulla formazione dei propri dipendenti affinchè apprendano le tecniche di produzione più recenti ed attuali. La formazione, secondo quanto stabilito nel Piano Nazionale Industria 4.0 può avvenire previo accordo delle aziende con i sindacati aziendali, territoriali o regionali.

L’accordo tra i sindacati

Cgil, Cisl, Confindustria e Uil, il 5 luglio di quest’anno, hanno valutato attentamente la misura sul credito d’imposta prevista dal Governo nella Legge di Bilancio, arrivando alla conclusione che questa può rappresentare una misura significativa per sostenere la formazione 4.0. In questo modo, inoltre, sarà possibile dar vita a nuove ed importanti sinergie con le misure di sostegno già messe in campo dai Fondi Interprofessionali rispetto alle iniziative di formazione.

Proprio in base a quanto detto fin ora, si evince che ogni attività di formazione in merito diretta al personale dipendente rispetto al settore tecnologico sul Piano Industria 4.0 e sostenuto nel periodo del credito di imposta successivo a quello del 31 dicembre 2017, per poter andare in porto definitivamente, dovrà ricevere l’approvazione attraverso un accordo con sindacati aziendali o territoriali per poter ottenere il beneficio previsto.

Le misure nello specifico

  • Le imprese associate con Confindustria che non hanno una rappresentanza sindacale oppure prive di rsu o rsa, dovranno conferire un apposito mandato ad una qualunque struttura territoriale di Confindustria, la quale si occuperà di stipulare accordi per definire procedure e sedi per il piano di Formazione 4.0;
  • Le imprese che, invece, dispongono già di rsu o rsa, ovvero di una propria rappresentanza sindacale, sottoscriveranno il proprio accordo in base a quanto previsto dall’accordo interconfederale del 2014 sulle rappresentanze;
  • Tutte le imprese che sono iscritte a Fondimpresa potranno fare riferimento al Protocollo di Intesa del 22 novembre 2017 rispetto alle modalità ed i criteri per la condivisione dei piani formativi tra le parti sociali, pur essendo necessario per la formazione 4.0 l’accordo con l’ispettorato territoriale del Lavoro competente.

La Formazione 4.0 per le imprese

Dal momento che è richiesto a tutti i lavoratori che seguono corsi di Formazione 4.0 dal Decreto Interministeriale il rilascio dell’attestato di partecipazione alle attività, le aziende devono comunicare alla propria rsu o rsa, anche per via informatica, una dichiarazione in cui si attesta il rilascio del documento. Per le aziende che sono sprovviste di rappresentanza sindacale, tale dichiarazione sarà a carico dei sindacati con i quali si è stipulato l’accordo di rappresentanza.

 

La Redazione

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it