• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Industria 4.0 e la grande opportunità per l’Italia

Il Vice Ministro all’Istruzione Fioramonti in visita all’Università di Pisa ha sottolineato l’importanza che l’Industria 4.0 può rivestire anche nell’economia del Belpaese

Il 19 luglio, all’Università di Pisa, il Vice Ministro all’istruzione Lorenzo Fioramonti ha preso parte all’Erc Special Day, ovvero la giornata della Summer School “Enabling Technologies for the Internet of Things” dedicata alle presentazioni di tutte le ricerche che hanno ottenuto il riconoscimento dell’European Research Council.

Nel pomeriggio stesso Fioramonti si è, inoltre, dedicato alla visita del Crosslab, ovvero, il progetto stanziato dal Miur che si occupa, attraverso sei laboratori interdisciplinari, di unire e far dialogare le ricerche e le imprese favorendo in questo modo anche lo sviluppo del piano Industria 4.0.

L’impegno di Pisa per l’Industria 4.0

Lo stesso Vice Ministro sottolinea quanto Pisa sia uno dei punti nevralgici per lo sviluppo dell’Industria 4.0 del nostro Paese, oltre ad essere, ovviamente, anche il luogo in cui più si registrano elevati numeri di studenti stranieri giunti per apprendere i nuovi modi di fare tecnologia ed industria.

L’importanza dell’interdisciplinarietà

Fioramonti sottolinea, inoltre, la responsabilità sociale che hanno tutti gli scienziati di comprendere l’importanza dell’interdisciplinarietà. In tutti i saperi scientifici, infatti, non si può affatto prescindere dalla relazione che bisogna avere con gli altri settori, soprattutto, per creare una vera e propria diffusione e contaminazione dei saperi. E se questo è vero per ogni disciplina, è chiaro che la tecnologia è diventata il fondamento di ogni settore, in quanto riguarda e coinvolge minuziosamente tutti i campi della conoscenza.

In più, l’impatto degli sviluppi tecnologici va ad influire sulla società tutta nonché sull’ambiente stesso.

Il Vice Ministro ha anche sottolineato che un ambiente di questo tipo è proprio quello che si respira a Pisa dove, appunto, esiste un dialogo tra discipline che non sempre sono state in relazione tra loro, e che invece, oggi, appaiono strettamente collegate. Bisogna far comprendere, dunque, alle nuove generazioni di scienziati, che c’è una responsabilità etica e morale da assumere e che, soprattutto, li deve accomunare, anche per quel che concerne la ricerca.

L’Industria 4.0 e l’impatto sul lavoro

Fioramonti ci ha tenuto, inoltre, a sottolineare quanto l’Industria 4.0 stia comportando e comporterà cambiamenti significativi nel mondo del lavoro. È, di certo, una grandissima occasione che permette di pensare ad un nuovo concetto di lavoro, un lavoro dalle forme completamente diverse rispetto a quanto sino ad oggi fatto. Essere in grado di gestire il cambiamento in maniera consapevole, organizzata, programmata ed intelligente sarà, tuttavia, uno degli aspetti più importanti. L’Industria 4.0, infatti, può essere la giusta occasione per ristrutturare l’economia e con essa anche il lavoro, favorire percorsi di produzione locale attraverso forme di sviluppo sostenibili, ecologiche ed intelligenti, infatti, non può che generare tantissimi nuovi posti di lavoro.

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it