• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Mi Riconosci dice NO al Servizio Civile

Dopo la lettera aperta dei giovani professionisti che avevano chiesto ad Alberto Bonisoli, Ministro dei Beni Culturali, il riconoscimento del Servizio Civile Nazionale in sede concorsuale, arriva la risposta di “Mi Riconosci“.

La lettera pubblicata sui giornali giovedì 12 luglio, da parte di alcuni professionisti che avevano partecipato al concorso del Servizio Civile Nazionale presentato dal Mibac, è stata accolta con sfiducia e sospetto da alcuni operatori del settore. In particolare, gli attivisti del movimento “Mi Riconosci? Sono un professionista dei beni culturali” hanno dapprima pubblicato un post sull’argomento, per poi rispondere, tramite lettera aperta, mostrando tutta l’indignazione per la richiesta degli ex operatori del settore.

In particolare, il movimento si manifesta contrario alle richieste dei lavoratori riguardo un’assunzione all’interno del Mibac, per il quale hanno lavorato durante il periodo del Servizio Civile, e ad una validità dello stesso in sede concorsuale. La lettera, infarcita di retorica, fa leva verso le condizioni contrattuali ritenute eccessivamente modeste sul Servizio Civile come finto programma occupazionale nazionale, focalizzandosi sullo sfruttamento del bando come una modalità di assunzione dei lavoratori senza andare ad impattare sul bilancio dell’azienda in questione.

Il movimento, chiedendo ai ragazzi di “stringere i denti” e non farsi illudere da questa esperienza, parla di come il Servizio Civile si sia andato a snaturare negli anni, perdendo l’intento di puro volontariato minimamente retribuito e divenendo un bacino di professionisti cui approviggionarsi a costo zero per tappare i buchi di organico.

La mozione di Mi Riconosci evidenzia, però, un punto da non sottovalutare: per quale motivo il Mibac dovrebbe continuare ad attivare collaborazioni a progetto con esperti del settore, quando potrebbe contare su mille volontari  annui senza le tutele del caso? Una mozione che non prende in considerazione gli effettivi dati occupazionali del Servizio Civile Nazionale: il 52% dei giovani impegnati, al termine del contratto, trova lavoro entro l’anno.

Link per la lettera: https://miriconosci.wordpress.com/2018/07/26/lettera-degli-attivisti-di-mi-riconosci-a-662-volontari-del-servizio-civile-nazionale/

Leandro Caiazza

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it