• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Rubrica Innovazione: la realtà aumentata nei musei

Secondo appuntamento con la Rubrica Innovazione di Ares – Associazione Ricerca e Sviluppo, dedicata alla formazione industria 4.0 e parleremo di un tema molto interessante: la realtà aumentata nei musei. Ancora una volta la nostra parola chiave sarà #innovares

La Rubrica Innovazione riparte con la realtà aumentata e ci concentreremo della sua applicazione nei musei. Per realtà aumentata (in inglese augmented reality, abbreviato in AR) si intende la crescita della nostra percezione sensoriale mediante vari livelli di informazioni, in genere elaborate e trasmesse elettronicamente, che non sarebbero percepibili normalmente con i cinque sensi. Se ne parla anche quando le informazioni, invece di essere aggiunte, sono ridotte per presentare una realtà più nitida e coinvolgente.

I campi di applicazione

Le informazioni che aumentano la realtà percepita possono essere aggiunte su computer o dispositivi mobili, tramite una webcam e i relativi software. Gli orizzonti applicativi sono infiniti, la realtà aumentata trova ambito di applicazione in numerosi campi: nella cura dei pazienti, nella chirurgia operatoria, nelle terapie riabilitative, nella formazione, nei servizi della pubblica amministrazione e in numerosi altri contesti.

Realtà aumentata

I campi di applicazione di questa tecnologia sono molteplici

La realtà aumentata nei musei

Uno dei campi più interessanti per l’utilizzo della realtà aumentata è il museo. Il settore culturale, ormai, sta adottando sempre di più le nuove tecnologie per attrarre visitatori.  Una delle applicazioni più diffuse, prevede l’utilizzo delle tecnologie mobile per offrire maggior contenuti, come ad esempio scoprire qualcosa in più su un artista che ha dipinto un quadro che stiamo ammirando. Gli esempi, però, sono molteplici: i dinosauri possono ritornare in vita tramite specifiche applicazioni, le più famose battaglie dell’antichità possono essere spiegate, le dimostrazioni scientifiche esposte con più semplicità e in modo più divertente, vedere ricostruite le rovine dei monumenti in 3D, osservare le modifiche avvenute nel corso degli anni a un determinato monumento, creare dei giochi interattivi per i più piccoli e molto, molto altro.

Tutto questo grazie a uno smartphone, un tablet o tramite dei dispositivi messi a disposizione dei visitatori. La realtà aumentata rende i musei non più luoghi statici ma dinamici in grado di avvicinare un gran numero di persone alla cultura.

Che cosa può fare Ares nell’ambito della formazione della realtà aumentata

Ares – Associazione Ricerca e Sviluppo organizza uno specifico corso di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata al cui interno sono trattati argomenti come l’intelligenza artificiale e i software applicativi. I docenti sono selezionati tra gli esperti in ingegneria informatica, in grafica e in stampa digitale. Sarà rilasciato un attestato valido, che certificherà i traguardi raggiunti.

 

Francesco De Fazio

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it