• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Seminare il Futuro: come gli under trenta vedono il futuro

Il seminario, organizzato dall’Unione dei Comuni Modenesi Area Nord e dai Volontari del Servizio Civile Nazionale e Regionale dell’anno 2017/2018, si terrà venerdì 5 ottobre, all’Auditorium “Rita Levi Montalcini” di Mirandola

Oriana Fallaci descriveva così i suoi 30 anni “Sono stupendi i trent’anni… perché sono liberi, ribelli, fuorilegge, perché è finita l’angoscia dell’attesa, non è incominciata la malinconia del declino, perché siamo lucidi, finalmente, a trent’anni!”. Come si vedono i trentenni oggi? Quali sono le loro preoccupazioni e speranze? Cosa significa avere trent’anni oggi?

Ad alcune di queste domande proveranno a dare una risposta i ragazzi che si riuniranno venerdì prossimo 5 ottobre a Mirandola. Il tema dell’incontro, per l’appunto, sarà “Giovani e opportunità”.

Durante il seminario i volontari del Servizio Civile racconteranno le loro esperienze e quali sono le loro prospettive per il futuro. L’incontro sarà aperto a tutti e gratuito. La manifestazione vuole essere un momento di riflessione e condivisione non solo fra i giovani ma anche tra gli adulti.

All’evento parteciperanno tanti ospiti tra cui: il professore di Storia e Filosofia dell’Istituto di Istruzione Superiore “G. Luosi” di Mirandola, Walter Loddi; il cantante Nevruz; la  cooperativa Aliante e i ragazzi della casa famiglia di Medolla.

Cosa rappresenta il Servizio Civile Nazionale per i giovani

Il Servizio Civile Nazionale rappresenta per i ragazzi che partecipano a progetti di volontariato un momento di crescita individuale e collettivo. Esso consente inoltre, ai ragazzi di diventare cittadini attivi e responsabili ed allo stesso tempo rappresenta uno strumento prezioso per aiutare le fasce più deboli della società (come anziani e disabili).Il lavoro dei volontari contribuisce indubbiamente allo sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro Paese.    

Il Servizio Civile Nazionale nasce quale alternativa alla leva obbligatoria, quando in Italia fu riconosciuto per la prima volta il diritto all’obiezione di coscienza. La legge n. 64 del 2001, con la quale fu istituito il Servizio Civile Nazionale, prevedeva la coesistenza di due diverse forme di volontariato: la prima obbligatoria, per gli obiettori di coscienza; la seconda, invece, su adesione volontaria, per le giovani donne, secondo alcuni requisiti previsti dalla normativa.

Successivamente, quando la leva militare obbligatoria fu abrogata, anche il Servizio Civile acquisì una propria autonomia.

Nel 2017 il Servizio Civile è passato da Nazionale ad Universale. Questa riforma ha apportato numerose novità. Oggi, infatti, i giovani con un’età compresa tra i 18 e 28 anni, cittadini italiani e stranieri regolarmente residenti in Italia, possono presentarvi domanda. Inoltre, è possibile svolgere l’attività di volontariato sia sul territorio nazionale che in un Paese dell’Unione Europea ed in alcuni casi anche all’estero.

Un’altra importante novità, invece, riguarda l’eliminazione del requisito dell’idoneità fisica al servizio, almeno per quello svolto nel nostro Paese; ciò permetterà di estendere anche ai disabili la possibilità di presentare la domanda di partecipazione.

Questo settore continua ad espandersi, tant’è che si parla di più di 50mila giovani coinvolti: il 60% delle iniziative ha avuto ad oggetto l’assistenza ad anziani, malati, poveri e disabili, il 36%  la tutela e la promozione culturale ed il restante 4% la tutela e difesa dell’ambiente.

Benedetta Greco

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it