• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Servizio civile in ospedale, un modo differente per essere solidali

PRINCIPI DI SOLIDARIETÀ E LEGGE 64/01

Il Servizio Civile Nazionale (SCN), fin dalla sua istituzione, è finalizzato al rispetto dei principi di solidarietà, partecipazione, inclusione e dell’utilità sociale.

Tra i tanti settori in cui la presenza dei volontari del SNC è importante, trova sempre più peso quello dell’assistenza ospedaliera. La Legge 64/01, istitutiva del Servizio, indica tra gli obiettivi primari quello di realizzare i principi costituzionali di solidarietà sociale.

L’ESPERIENZA A CONTATTO CON I DUBBI ED IL DOLORE DEGLI AMMALATI FAVORISCE LA FORMAZIONE DEI GIOVANI VOLONTARI

Un esempio di consolidata esperienza è fornito dall’ASST (Azienda Socio Sanitaria Territoriale) Ovest Milanese, con sede a Legnano, che dal novembre dello scorso anno impegna nove giovani su tre progetti.

Il primo si svolge direttamente nel Pronto Soccorso ed è dedicato ad accoglienza ed ascolto; il secondo affronta i difficili temi della saluta mentale; l’ultimo è rivolto a pre-adolescenti ed adolescenti disabili in un ambulatorio di Neuropsichiatria infantile, concretizzandosi in interventi ambulatoriali e domiciliari.

Gli operatori del Servizio Civile non lavorano da soli, ma sono affiancati da personale strutturato dell’Azienda ospedaliera, che curano l’interfaccia tra l’organizzazione e le attività dei progetti.

GRANDI ASPETTATIVE E NUOVI PROGETTI

Per il 2018 i progetti sono stati ampliati e mirano a coinvolgere un numero decisamente maggiore di volontari del Servizio Civile, testimoniando l’apprezzamento per il lavoro svolto nelle esperienze precedenti. I progetti presentati sono divenuti cinque e le figure coinvolte sono passate a ventisette. Come si può notare, quindi, i giovani coinvolti sono triplicati, segno di fabbisogni inespressi che riescono a trovare appagamento nell’impegno e nell’entusiasmo.

Le aree di intervento sono state ampliate e coprono, oltre il Pronto Soccorso, l’area della Salute Mentale, quella della neuropsichiatria dell’infanzia, le nuove tematiche del supporto alle famiglie i cui conguinti sono ricoverati in Terapia Intensiva e genericamente nell’accoglienza degli utenti delle strutture ospedaliere.

NON SOLO NORD, L’AZIENDA DEI COLLI DI NAPOLI APRIPISTA IN CAMPANIA NELLA MEDIAZIONE CULTURALE

Esperienze come quella dell’ dall’ASST Ovest Milanese sono frequenti nelle strutture sanitarie del Nord Italia, tuttavia, recentemente alcuni progetti sono stati avviati anche presso l’Azienda dei Colli di Napoli, dove ha preso vita il progetto “Ti accolgo e ti accompagno”. Il progetto è nato nei padiglioni dell’Ospedale Monaldi, dell’Ospedale Cotugno e dell’Ospedale C.T.O., impegnando sei ragazzi che hanno accolto i pazienti ed i loro familiari e li hanno orientati durante il loro percorso assistenziale.

Nel quadro di Garanzia Giovani, le attività si sono svolte con un focus specifico sull’accoglienza degli utenti stranieri, favorendone il superamento delle barriere non solo linguistiche, ma soprattutto culturali legate a modi di vita spesso del tutto estranei alla nostra prassi quotidiana.

I giovani coinvolti si sono trovati dunque a dover creare interfacce tra stili differenti di vita ed a tradurre non solo parole, ma anche atti e pensieri tra mondi differenti, finalizzando tutto al miglior percorso di cura dei pazienti stranieri, spesso indigenti e quindi particolarmente fragili. Sarebbe interessante trovare progetti simili anche nell’offerta progettuale di quest’anno della Regione Campania.

Federica Amodio

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it