• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Servizio Civile Universale: pronto il Bando per la Progettazione del 2019

Il 17 ottobre 2018 è stato dato il via alla presentazione di progetti per il Servizio Civile Universale riferito all’anno 2019

Il Servizio Civile è cambiato, da Nazionale è diventato Universale. Il cambiamento lo si è avuto grazie al d.lgs. 6 marzo 2017 n. 40, in cui era stato dichiarato che il Servizio Civile sarebbe diventato Universale puntando alla partecipazione di giovani (in particolar modo i cittadini stranieri), del tutto volontaria, a progetti  volti ad incrementare la loro esperienza, nonché il valore formativo e civile.

Il Servizio Civile non serve solo ad aumentare la partecipazione civile dei giovani, anzi quest’ultimo dà un importante contributo per l’immissione di ragazzi e ragazze nel mondo del lavoro. Da sempre il Servizio Civile offre la possibilità di una crescita personale, oltre allo sviluppo di conoscenze e competenze da mettere a disposizione del prossimo nel proprio Paese. Trasformatosi in Servizio Civile Universale, permette l’ impiego delle abilità  acquisite ad un campo più ampio, come quello del lavoro.

A tal proposito, il decreto legislativo n.40 del 2017 prevede che siano stabiliti dei “crediti formativi” per chi partecipa Servizio Civile Universale.

Tali crediti sono fondamentali poiché possono essere riconosciuti nell’ambito della formazione professionale e dell’istruzione. Il ragazzo o la ragazza che decide di prendere parte all’iniziativa  può richiedere il riconoscimento dei crediti formativi anche presso la propria università, per le attività svolte durante il Servizio Civile Universale e attinenti al curriculum di studio.

A tutti i volontari verrà fornito un rimborso mensile di 433,80, a cui saranno sommati eventuali €450 di indennità per coloro che sono impegnati all’estero.Inoltre, le attività svolte non implicano alcun tipo di contratto lavorativo né tantomeno il soggetto partecipante verrà cancellato o sospeso dalle liste di collocamento o dalle liste di mobilità. Tutti coloro che sceglieranno di partecipare al Servizio Civile Universale avranno diritto ad una formazione sia specifica che generale, basata principalmente sulle conoscenze dei principi attinenti al progetto a cui si sta prendendo parte.

Servizio Civile Universale: via ai progetti 2019

Dallo scorso 17 ottobre è possibile per il Servizio Civile Universale emettere bandi e progetti attinenti all’anno 2019.

il sottosegretario alla presidenza del consiglio vincenzo spadaforaIl Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Vincenzo Spadafora, nonché delegato al Servizio Civile e ai giovani, ha dichiarato che il bando del 2019 si concentrerà maggiormente sulla valorizzazione delle competenze dei volontari. Ancora una volta il Sottosegretario ha sottolineato che l’esperienza del Servizio Civile può offrire nuove possibilità e preparazione ai giovani per affrontare le sfide del mondo lavorativo.

Inoltre, Spadafora ha ritenuto opportuno chiarire che nelle nuove normative presenti nel decreto legislativo n 40 del 2017 vi è una maggiore flessibilità nella durata del Servizio Civile e nella sua articolazione.

Ai giovani è stata offerta anche la possibilità di scegliere di svolgere il proprio Servizio Civile in un Paese appartenente all’Unione Europea per un periodo di circa 3 mesi, oppure seguire un percorso di tutoring per favorire le competenze utili ad integrarsi nel mondo lavorativo. Per la presentazione dei progetti vi sarà tempo fino alle ore 14:00 del 11 gennaio 2019 e a poter concorrere saranno sia gli enti iscritti all’albo del Servizio Civile Universale che Nazionale.

Enrico Maria Borrelli, presidente del Forum Nazionale del Servizio Civile, Ha dichiarato che gli enti partecipanti al Servizio Civile dovranno proporre progetti in grado di rilevare i bisogni della comunità e programmare interventi che possano favorire un migliore sviluppo di vita dei cittadini, offrendo ai partecipanti l’opportunità di crescita personale. Questa è una grande opportunità per il proprio Paese, dal momento che moltissimi enti e organizzazioni di volontari professionisti si concentreranno con il massimo impegno per fornire il miglior servizio, in maniera del tutto gratuita.I progetti saranno poi valutati dalle Regioni, dalle Province e dal Dipartimento entro i 6 mesi successivi dal 11 gennaio 2019.

I progetti di SCU potranno essere selezionati direttamente dai volontari tra quelli presentati da ARES

L’ARES,  Associazione Ricerca e Sviluppo , si è proposta  quale ente capofila prefigurandosi l’obbiettivo di raccogliere quante più realtà di enti pubblici e privati, per lavorare sinergicamente. Infatti con il passaggio dal Servizio Civile Nazionale a quello Universale, è consentito alle piccole realtà di unirsi con un ente capofila responsabile di tutta la fase di progettazione e coordinamento dei volontari.

Per quest’anno non è più possibile inviare il proprio curriculum per partecipare in quanto volontario, comunque vogliamo ricordarvi che al Servizio Civile possono prendere parte giovani maggiorenni, tra  i 18 e 29 anni, e che abbiano presentato la domanda di partecipazione secondo le modalità previste dal bando.

Carla Sarnataro

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it