• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Tag Archives: animatore sociale

Per tutelare gli anziani fondamentali gli Animatori Sociali e gli OSS

Alessandro Maria Raffone No Comments

A causa della pandemia da Covid-19 gli anziani rischiano sempre di più emarginazione e la stessa vita. Il ruolo dell’OSS e degli Animatori Sociali 

La battaglia ora è di impedire che il virus passi dai più giovani agli anziani, finendo per congestionare di nuovo i servizi sanitari”, così si è espresso il Professore universitario e medico Silvio Brusaferro, in carica dal 29 luglio 2019 in qualità di Presidente dell’Istituto Superiore della Sanità (ISS), in una recente intervista concessa alla Stampa

Parole gravi ma che denotano una problematica reale: di anziani ci si occupa sempre meno in un periodo nel quale, invece, questi ultimi andrebbero messi al primo posto proprio per tutelarli sia in materia sanitaria sia per quanto concerne l’inclusione sociale. 

Esistono figure professionali che lavorano a stretto contatto con questa fascia di popolazione, e non solo: gli Animatori Sociali e gli OSS (Operatori Socio Sanitari), i quali hanno una funzione fondamentale nella tutela delle persone anziane. 

OSS

Gli Operatori Socio Sanitari svolgono assistono gli anziani nello svolgimento dei bisogni basilari in un contesto sia sanitario sia sociale. Loro basilare compito consiste nell’assistenza delle persone durante i momenti più delicati, quali il lavarsi o l’espletamento delle funzioni corporali ad esempio, in caso di non autosufficienza o durante il periodo di ricovero in strutture sanitarie sia private sia pubbliche. 

Oltre ad un’assistenza sanitaria, gli OSS devono saper fungere anche da intermediari tra l’anziano e l’infermiere o il medico. Una sorte di “ponte” che permette un collegamento più facile, rendendo al contempo la vita dell’anziano più semplice.

Animatori Sociali

La figura professionale dell’Animatore Sociale è inclusa nel SEP (Settore Economico Professionale) 19, afferente dunque ai Servizi Socio-Sanitari

Svolge la sua attività nel settore dei servizi assistenziali e sociali, con il compito precipuo di far sviluppare nelle persone assistite le specifiche competenze che permetteranno una maggiore consapevolezza di sé nelle persone svantaggiate socialmente e/o a rischio. 

L’Animatore Sociale si interfaccia quotidianamente con gli anziani, coinvolti da questi ultimi in diverse attività, atte a sollecitare la loro integrazione nel tessuto sociale. 

Tutto ciò attraverso attività collettive di natura sia educativa sia ricreativa. 

Per eliminare definitivamente il disagio sociale e la marginalità alla quale vanno incontro sempre più anziani, la ricetta giusta consiste nel farli sentire parte di un qualcosa di più grande di loro, ben accetti e integrati. 

I luoghi dove possono operare queste due figure professionali 

Per dare il massimo supporto e la più ampia assistenza agli anziani, queste due figure professionali operano in diversi ambiti lavorativi quali: Centri di Aggregazione Giovanile; Centri socio-educativi diurni; Oratori religiosi; Centri residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili; Comunità di Animazione in strada; Servizi domiciliari di assistenza e socializzazione; Case di riposo per anziani; Centri vacanze; Associazioni di solidarietà e volontariato; Comunità alloggio; Cooperative di servizi e di assistenza sociale.

Per saperne di più potete contattarci all’indirizzo mail ares@infoares.it.

Corso Animatore Sociale di ARES

Alessandro Maria Raffone No Comments

Al via, a breve, un corso organizzato da ARES per diventare Animatore Sociale. Possono parteciparvi anche le aderenti al Voucher Donna

Il corso per diventare Animatore Sociale è uno dei quattro corsi, organizzati dall’Ente di Formazione Professionale ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo), ai quali potranno partecipare anche le donne che otterranno il Voucher Donna

Vediamo meglio di cosa tratta questo corso. 

Animatore Sociale

La figura professionale dell’Animatore Sociale è incluso nel Settore Economico Professionale SEP 19 (Servizi Socio-Sanitari). 

Opera nel campo dei servizi sociali ed assistenziali, svolgendo attività mirate al potenziamento delle skills e alla maggiore consapevolezza di sé in soggetti a rischio e/o svantaggiati socialmente. 

L’Animatore Sociale si interfaccia quotidianamente con disabili, anziani, minori in difficoltà e con tutti quei soggetti che non riescono a uscire da soli da situazioni di svantaggio, cercando di coinvolgerli in diverse attività, così da renderli in grado di esprimere autonomamente le loro attitudini, stimolando al contempo la partecipazione sociale e l’integrazione. 

Entrando maggiormente nello specifico, l’animatore sociale progetta e svolge attività collettive di carattere educativo, ricreativo e socio-culturale così da poter assistere tutti coloro che ne hanno bisogno (in particolare, persone affette da svantaggi psichiatrici e/o sociali). 

Questo professionista del sociale non è solo nel suo lavoro visto che operare quotidianamente a stretto contatto con altri professionisti del settore e con i servizi territoriali preposti.

Dove opera l’Animatore Sociale?

L’Animatore Sociale può trovare occupazione come dipendente o autonomo in strutture private e/o pubbliche nelle quali si svolgono attività finalizzate alla promozione delle relazioni interpersonali, alla partecipazione creativa così da elevare l’autostima sia del gruppo sia individuale. 

Inoltre, dovrà combattere su tutti i fronti per contrastare e debellare la marginalità e il disagio sociale, proponendo la sana alternativa della partecipazione sociale e dell’integrazione. 

Può dunque trovare impiego in: Centri di Aggregazione Giovanile; Centri socio-educativi diurni; Oratori religiosi; Case famiglia; Centri residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili; Comunità di Animazione in strada ed ancora Servizi domiciliari di assistenza e socializzazione; Case di riposo per anziani; Centri vacanze; Associazioni di solidarietà e volontariato; Comunità alloggio; Cooperative di servizi e di assistenza sociale e SERT (Servizi Educativi per Ex Tossicodipendenti). 

Il corso ARES

Il corso, che si terrà presso la sede di Viale Campi Flegrei 41 (Bagnoli, Napoli), avrà una durata di 600 ore suddivise tra lezioni frontali, pratica e stage. La frequenza è obbligatoria e sarà svolta, nella sua parte teorica, in modalità FAD (Formazione a Distanza), come previsto dalla vigente normativa anti-Covid-19.

Le lezioni saranno, inoltre, supportate dall’ausilio di metodologie totalmente innovative caratterizzate anche da vere e proprie esperienze pratiche e/o simulative. 

Videoproiettori, diapositive, computer ed ulteriori strumenti e materiali contribuiranno, pertanto, alla realizzazione di un percorso formativo originale, dinamico, estremamente pratico e che metterà nella giusta luce le reali problematiche previste dalla tipologia di lavoro prescelto. 

Le tre unità formative 

1 – Gestione di situazioni di emergenza individuali e collettive 

2 – Animazione sociale, educativa e ludico culturale 

3 – Partecipazione alla progettazione e realizzazione di interventi di prevenzione e contrasto del disagio sociale

Esame finale e certificazione professionale

L’Esame finale si svolgerà in pubblico secondo quanto disposto dalle disposizioni regionali vigenti. 

La certificazione professionale è rilasciata al termine del percorso formativo e dietro superamento del già citato esame finale. 

Per iscrivervi al corso, compilate il seguente form.

La storia di Marian McQuade tra OSS e Animatore Sociale

Alessandro Maria Raffone No Comments

Antesignana degli OSS e degli Animatori Sociali Marian McQuade non solo si è occupata degli anziani ma a lei si deve la festa dei nonni. La ricordiamo oggi perché è la festa dei nonni

I nonni meritano di essere amati e onorati. Proprio per questo motivo, è giusto prendersene cura in maniera corretta tramite l’attività di Animatore Sociale e OSS (Operatore Socio Sanitario). La storia di Marian McQuade, a questo proposito, è un esempio per tutti noi.

Marian McQuade tra Animatore Sociale e OSS

La signora Marian McQuade (nata il 18 gennaio 1917, morta il 26 settembre 2008 a 91 anni) era una casalinga statunitense della West Virginia (Virginia Occidentale). Da nubile si chiamava Marian Lucille Herndon a Caperton ed è stata madre di 15 figli, nonna di 43 nipoti e bisnonna di 15 pronipoti. Si occupava degli anziani dal 1956 e considerava di vitale importanza il rapporto che i nonni intrattenevano con i loro nipoti. Per questi motivi, sin dal 1970 la McQuade si è battuta per l’istituzione di una giornata nazionale dedicata ai nonni. Il primo fu il suo stato natale, nel 1973. Gli Stati Uniti d’America hanno iniziato a onorare i nonni nel 1979 con il National Grandparents Day.

È stata per via della sua attività nei confronti degli anziani ad averla resa una vera e propria antesignana degli Animatori Sociali e degli OSS.

OSS e Animatori Sociali: un percorso di vita

Spesso chi lavora nell’ambito dell’assistenza agli anziani è portato a percorrere questo percorso di vita proprio perché vuole rendersi di aiuto alle persone anziane, assistendole nelle loro eventuali malattie (se OSS) e rendendo allegre e spensierate le loro giornate (se Animatori Sociali). Una vera e propria mission che vi permetterà, se siete interessati a questo ambito lavorativo, di lavorare in case di cura, ospedali e cliniche (sia private sia pubbliche).

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è l’Ente di Formazione che vi permetterà di coronare il vostro sogno indirizzandovi ai propri corsi di OSS e di Animatore Sociale, al termine dei quali riceverete un attestato che ha validità su tutto il territorio nazionale, indispensabile per poter operare in questo settore.

Se volete saperne di più sui nostri corsi, potete contattare i seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax : 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail : info@infoares.it.

 

 

animatore sociale corso di formazione

Animatore Sociale: ecco il divertimento a carattere educativo

Redazione No Comments

L’Animatore Sociale è una figura importante nel capo educativo e d’intrattenimento per gli utenti di diverse associazioni, comunità o scuole presso cui presta servizio

L’Animatore Sociale svolge la propria attività a stretto contatto con diversi utenti, come: adolescenti, bambini, portatori di handicap, anziani e persone con disturbi psichiatrici. Lo scopo principale dellAnimatore Sociale è organizzare attività educative e ricreative allo stesso tempo, che possano coinvolgere tutti gli utenti e offrire loro occasioni di crescita sia personale che  culturale. Queste attività sono generalmente svolte in campi organizzati o in strutture allestite con i materiali necessari per sviluppare abilità artistiche e motorie.

In questo modo, si offre l’opportunità a tutte le persone di poter impiegare al meglio il proprio tempo libero, favorendo i processi di socializzazione e integrazione. L’Animatore Sociale può avvalersi dell’aiuto di altre figure professionali, in particolar modo nelle attività motorie, nelle attività educative, in laboratori creativi, spettacoli o iniziative legate ad eventi stagionali. Inoltre, ogni Animatore Sociale ha un proprio modo di organizzare le attività di tempo libero, in particolar modo quest’ultima cambia in base alla struttura presso cui si svolge i servizio.

Nello specifico l’Animatore può gestire la sua attività in tre arie di riferimento quali:

  • Area socio-educativa che fa riferimento al contesto educativo e ludico;
  • Area socio-culturale dedicata a progetti di carattere espressivo e comunicativo;
  • Area dell’assistenza sanitaria, in cui sono presentati progetti di riabilitazione, prevenzione e assistenza dell’utente.

Quali caratteristiche deve avere un Animatore Sociale?

Un Animatore Sociale, dal momento che deve suscitare la partecipazione in attività educative e di intrattenimento, deve essere ricco di doti come  disponibilità, pazienza,  autocontrollo e soprattutto deve serbare il massimo rispetto verso il prossimo. Ulteriormente, deve avere ottime capacità di comunicazione e di ascolto, in modo da favorire le dinamiche di interazione e relazione tra i membri del gruppo. Infine, un Animatore Sociale deve aver acquisito nozioni di pedagogia, sociologia e psicologia nei campi relativi alla cognizione all’interazione tra le persone. È necessario che abbia anche conoscenze attinenti alle problematiche legate alle fasi di sviluppo della vita, tale da approcciare in maniera efficace sia con bambini che con adolescenti e anziani.

Corso di formazione per diventare Animatore Sociale proposto da ARES

Ares è un’associazione senza scopo di lucro che si occupa di attività di formazione professionale, in particolar modo per soddisfare i bisogni occupazionali e riqualificare i lavoratori. Presso l’Associazione Ricerca e Sviluppo è possibile partecipare a diversi corsi di formazione professionale riconosciuti dalla Regione Campania, come ad esempio il corso di formazione per diventare Animatore Sociale!

Il corso ha la durata di 1000 ore suddivise in: lezioni frontali, pratica e stage, che riguarderanno svariati campi inerenti alla professione (Tecnica professionale, legislazione, psicologia, pedagogia, lingua estera, tecniche socio-sanitarie, statistica ed informatica).

Le lezioni saranno tenute da un team di docenti laureati e con una forte esperienza nel campo socio-educativo, presso la sede ARES di Viale Campi Flegrei 41 – 80124 Napoli.

Per ricevere ulteriori informazioni circa la durata dei corsi e i relativi costi si consiglia di contattare ARES ai seguenti recapiti: Telefono: 081/5704220 – Whatsapp :  3929164153 Oppure di inviare una mail a questo indirizzo: ares@infoares.it

Carla Sarnataro

corso di formazione professionale per animatore sociale

Corso ARES di Animatore Sociale

Redazione No Comments

ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo), in quanto Ente di formazione accreditato, cura la realizzazione di un corso di formazione sulla figura dell’Animatore Sociale

L’Animatore Sociale è una figura preposta alla valorizzazione della consapevolezza e delle capacità di persone svantaggiate e disagiate.  Affinché tali nobili finalità siano perseguite ed attuate, oltre alle naturali doti di empatia e sensibilità verso tali soggetti, è necessaria per gli aspiranti anche un’ottima preparazione dal punto di vista tecnico-professionale.

Cosa fa e dove opera l’Animatore Sociale

I contesti in cui la figura dell’Animatore Sociale è richiesta sono davvero molteplici. Infatti, essendo destinatari delle sue mansioni soggetti come minori disagiati, anziani, disabili ed ex tossicodipendenti, essa può operare in case famiglia, centri socio-educativi, case di riposo per anziani, strutture residenziali e semi-residenziali per portatori di handicap, comunità alloggio, cooperative di servizi e di assistenza sociale. E’ cura dell’Animatore Sociale, dunque, organizzare attività sia educative che ricreative le quali possano stimolare le attitudini di queste persone svantaggiate, favorendone così una piena integrazione nella società.

Come è strutturato il corso ARES

Il corso di formazione sulla figura dell’Animatore Sociale organizzato da ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) rispetta pienamente gli standard professionali indicati ed approvati nel Decreto Dirigenziale 49 del 18/03/2016 (Repertorio Regionale dei titoli e delle qualifiche professionali ex deliberazione di G.R. n. 223 del 27/06/2014). Il percorso formativo è curato e predisposto da un gruppo di docenti aventi non solo grande preparazione nell’ambito delle Scienze dell’Educazione ma esperti anche in Psicologia, Medicina, Ingegneria e Giurisprudenza.

I principali argomenti affrontati spaziano dalle nozioni basilari di Psicologia, Sociologia e Geriatria alle Tecniche di animazione e di comunicazione non verbale; dai contenuti delle normative sul disagio sociale e sui servizi socio-assistenziali ed educativi alla conoscenza delle principali misure in materia di salute e sicurezza sul lavoro. 

La durata complessiva del corso ARES ammonta a 1000 ore, articolandosi tra lezioni in aula, simulazioni e stage presso strutture convenzionate. Di grande ausilio per i docenti e gli allievi è la possibilità di utilizzare computer, videoproiettori ed altre strumentazioni multimediali che contribuiscono senza dubbio a rendere originale e dinamico l’iter formativo.

Al termine del corso è previsto un esame il cui superamento consentirà il rilascio di un attestato di qualifica professionale riconosciuto dalla Legge 845/78 e valido sia in Italia che nei paesi dell’Unione Europea.

Per richiedere maggiori informazioni è possibile contattare ARES ai seguenti recapiti: Tel. 0815704220 / 0815705650 – Fax : 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153, oppure inviare una mail a: info@infoares.it

animatore sociale figura professionale

Animatore Sociale, professionalità e buoni sentimenti per un’importante figura professionale

Redazione No Comments

L’importanza dell’Animatore Sociale nel panorama lavorativo attuale, abilità ed attitudini.

L’Animatore Sociale lavora a stretto contatto con i minori in difficoltà, con i disabili, gli anziani e con tutti quei soggetti, purtroppo, colpiti da tristi condizioni di sfavore e svantaggio. La figura professionale in questione opera con competenza e determinazione in ogni campo previsto dalla sua attività; cercando di coniugare, sempre ed in un perfetto equilibrio, predisposizioni caratteriali come socievolezza, disponibilità e simpatia ad attitudini come sensibilità, empatia e tatto.

Competenza ed integrazione sociale

L’Animatore Sociale è, infatti, quell’operatore che, nell’ambito dei servizi sociali ed assistenziali, svolge procedure particolari applicando ai suoi pazienti metodi finalizzati soprattutto al potenziamento di capacità, consapevolezze, abilità e competenze. La figura professionale dell’animatore sociale cura la sua professione attraverso una precisa applicazione di attività da svolgersi con estrema cura, precisione e nel totale rispetto di particolari norme e criteri.

Stimolando partecipazione ed integrazione sociale nei soggetti con i quali opera, l’Animatore Sociale cerca di portare alla luce anche le celate potenzialità dell’assistito e di incanalare positivamente e concretamente tutte le capacità, purtroppo, ancora inespresse.

L’Animatore Sociale può trovare occupazione sia come dipendente che come lavoratore autonomo in tutte quelle strutture pubbliche ed anche private in cui si svolgono prettamente attività di tutela per i soggetti colpiti dalle problematiche quali disagio sociale e/o marginalità ed in cui si applicano procedure finalizzate al potenziamento di capacità relazionali, partecipative e volte all’innalzamento di valori come autostima sia collettiva che individuale.

Attività lavorative

Queste attività possono, infatti, svolgersi in: Case di riposo per anziani; Centri vacanze; Associazioni di solidarietà e volontariato; Comunità alloggio; Cooperative di servizi e di assistenza sociale e SERT (Servizi Educativi per Ex Tossicodipendenti); Centri di Aggregazione Giovanile; Centri socio-educativi diurni; Oratori religiosi; Case famiglia; Centri residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili; Comunità di Animazione in strada ed ancora per Servizi domiciliari di assistenza e socializzazione.

L’Animatore sociale dedica una buona percentuale della propria attività allo studio approfondito ed alla progettazione di attività collettive dal carattere, soprattutto, ricreativo e dal valore spiccatamente educativo e socio-culturale.

Nella sua attività, l’animatore sociale si ritrova, spesso, a coadiuvare altri operatori e cooperare con altre figure professionali dell’ambito sanitario e con i servizi del territorio; è per tale motivo che si rende necessaria ed ovvia una preparazione ed una formazione ancor più estesa oltre che specifica ed approfondita.

Le competenze dell’animatore sociale dovranno, infatti, essere plasmate e consolidate attraverso determinati ed approfonditi processi educativi.

Formazione Professionale a 360°

Una formazione a 360° quella, dunque, richiesta da uno dei ruoli professionali più in voga del panorama lavorativo attuale oltre che per l’adempienza ed il totale rispetto di tutti i criteri necessari allo svolgimento di tale mestiere.

La professione in questione che va, dunque, ad incanalarsi in differenti rami come ad esempio: animazione educativa, animazione ludico-culturale ed animazione sociale prevede, quindi, il corretto svolgimento di attività come: interpretazione delle dinamiche comportamentali, attivazione di processi di conoscenza e consapevolezza, stimolazione di capacità di socializzazione ed emancipazione ed anche di crescita personale, emotiva, motivazionale e tanto altro ancora.

Una professione, dunque, tanto ricca di attività quanto di emozioni e sentimenti, completa ed estremamente valida sia da un punto di vista professionale che umanitari.

Ultimissimi posti disponibili per il corso di Animatore Sociale!

Redazione No Comments

Il corso ARES per Animatore Sociale è quasi al completo.

Non esitare e cogli subito l’occasione di giocare e metterti in gioco attraverso un percorso di studi innovativo e dinamico. Non perdere l’opportunità ed approfitta di quest’ultima chance!

 

VISITA LA PAGINA DEL CORSO

Per avere maggiori informazioni circa i costi e le modalità di iscrizione contattaci ai numeri :

Telefono: 081/5704220 – Telefono info corsi: 393/8628808

Oppure inviaci una mail al nostro indirizzo : ares@infoares.it

Visita anche la nostra pagina Facebook :icona facebook

Corso Animatore sociale inizio 5 giugno 2017

Redazione No Comments

Corso Animatore sociale inizio 5 giugno 2017 (sono ancora aperte le iscrizioni…ultimi posti)

L’Animatore Sociale opera a contatto con disabili, anziani, minori in difficoltà e con tutti quei soggetti in una situazione di svantaggio, cercando di stimolare la loro integrazione e partecipazione sociale.

L’obiettivo di questa figura professionale è quindi quello di coinvolgere la persona e renderla capace di esprimere le sue attitudini.

Le tecniche utilizzate a supporto di tali attività sono quelle di animazione, di gioco ed educative.

Possibilità occupazionali dell’Animatore Sociale

Tale figura professionale,  trova occupazione in diverse strutture come:

  • Cooperative di servizi e di assistenza sociale
  • Associazioni di solidarietà e volontariato
  • Case di riposo per anziani
  • Centri residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili
  • Comunità alloggio
  • Case famiglia
  • SERT (Servizi Educativi per Ex Tossicodipendenti)
  • Centri vacanze
  • Servizi di prevenzione primaria nell’ambito della tossicodipendenza e alcolismo
  • Oratori religiosi
  • Altri istituti residenziali (case albergo, comunità alloggio, centri di servizio e istituti per lungodegenti)
  • Centri socio-educativi diurni
  • Centri di Aggregazione Giovanile
  • Comunità di Animazione in strada
  • Servizi domiciliari di assistenza e socializzazione

Durata: Il corso ha una durata di 1000 ore (articolate tra lezioni frontali, pratica e stage).

Moduli di insegnamento: Tecnica professionale, legislazione, psicologia, pedagogia, lingua estera, tecniche socio-sanitarie, statistica ed informatica.

Al termine del corso ed al superamento dell’esame finale, verrà rilasciato l’attestato di qualifica professionale di Animatore Sociale ai sensi della Legge 845/78 – art 14 valido su tutto il territorio nazionale e in tutta la Comunità Europea.

Corso con rilascio di qualifica professionale

Al termine del corso ed al superamento dell’esame finale, verrà rilasciato l’attestato di qualifica professionale di Animatore Sociale ai sensi della valido su tutto il territorio nazionale e in tutta la Comunità Europea.

Per avere maggiori informazioni circa i costi e le modalità di iscrizione contattaci ai numeri :

Telefono: 081/5704220 – Telefono info corsi: 393/8628808

Oppure inviaci una mail al nostro indirizzo : ares@infoares.it

1

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it