• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Tag Archives: bambini

Corso Operatore per l’Infanzia targato ARES

Alessandro Maria Raffone No Comments

A breve inizieranno le iscrizioni per il corso OPI (Operatore per l’Infanzia) organizzato da ARES 

Grande opportunità per diventare Operatore per l’Infanzia grazie ad ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, Ente di Formazione professionale da venti anni sul mercato.

Il ruolo dell’Operatore dell’Infanzia

L’ex Educatore per l’Infanzia (EPI), ora OPI, entra in stretto contatto con il bambino e con il suo universo, imparando a percepire i suoi segnali, fornendo al contempo supporto, assistendo la sua crescita seguendo le corrette modalità e i più sani valori. 

Questa figura professionale agisce utilizzando, in un equilibrio perfetto, capacità professionali di tipo tecnico e valori come sensibilità ed empatia. L’operatore per l’infanzia opera tramite la ricerca e la realizzazione di attività ricreative e ludiche in grado di garantire la crescita, l’educazione e l’autonomia dei più piccoli, incentivando le loro potenzialità (evitando al contempo il rischio di disagi e marginalizzazione). 

A chi è indicato il corso OPI?

Possono prendere parte al corso inoccupati, disoccupati, professionisti e studenti, i quali sono desiderosi di puntare sulla propria formazione così da acquisire o aggiornare le proprie competenze in questo particolare ambito professionale. Requisito di accesso fondamentale è la presentazione del diploma di scuola secondaria di II grado.

Alcuni degli argomenti trattati

Gli argomenti trattati sono diversi, ad esempio: 

Analisi ed interpretazione dei bisogni del bambino;

Tappe dello sviluppo cognitivo, linguistico, sociale ed affettivo del bambino;

Programmazione educativa e didattica;

Metodo dell’osservazione; 

Ascolto e comunicazione nella relazione tra bambini, tra educatore e genitori, tra educatore e bambino e tra colleghi di lavoro;

Diversità, disabilità e multiculturalità;

Elementi di pedagogia; 

Alimentazione, la cura dell’igiene e le malattie del bambino;

Elementi di Primo Soccorso. 

Durata del corso

Il corso presenta un orario complessivo di  600 ore, suddiviso tra teoria e pratica. La presenza è obbligatoria. 

Titolo conseguito

Dopo aver superato un esame finale, i partecipanti otterranno la qualifica professionale di Operatore per l’Infanzia riconosciuto dalla Regione Campania e valido sia sul territorio italiano sia in Unione Europea ai sensi della L. 13/13 (già L. 845/78) e s.m.i.

Come contattarci

Se interessati potete contattarci alla mail ares@infoares.it o al numero 081/5704220 (da lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 18.00).

Coronavirus: due convegni per discuterne

Alessandro Maria Raffone No Comments

Due convegni, organizzati da ARES, per discutere degli effetti del Coronavirus sui bambini e sul personale sanitario

ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) è un Ente campano di Formazione professionale, operante in questo campi ormai da diversi anni. 

Organizza corsi per diverse professioni, tra le quali possiamo ricordare OSS (Operatore Socio Sanitario), OPI (Operatore per l’Infanzia), Bodyguard e Assistente alla Poltrona Odontoiatrica

Corsi che si stanno svolgendo online, in modalità FAD (Formazione a Distanza), per via della pandemia da Covid-19

Due convegni targati ARES

Il Coronavirus, come sappiamo, ha avuto influenze negative, in un modo o nell’altro, per ognuno di noi. In particolare, ad essere stati colpiti sono i più piccoli e chi opera in ambito sanitario. 

Per questo motivo, ARES sta organizzando due convegni ad hoc

La gestione dei bambini ai tempi del Coronavirus 

Il periodo di forzata quarantena, causata dal dilagare del Coronavirus, ha messo alla prova la stabilità emotiva sia degli adulti sia dei più piccoli. 

L’agitazione e la difficoltà a rimanere lucidi è normale in una situazione complessa come quella che stiamo vivendo attualmente. 

Coronavirus e i bambini

Proprio per questo motivo, bisogna seguire le indicazioni e i consigli degli uffici preposti (Ministero della Salute, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’Istituto Superiore di Sanità, Protezione Civile) e degli esperti (gli psicologi ad esempio). 

Alla presenza dei bambini è assolutamente doveroso, da parte degli adulti, mantenere la calma perché i più piccoli riescono a leggere la paura negli occhi dei più grandi. 

I genitori dovrebbero parlare con i figli e spiegare loro cosa sta succedendo, senza bugie,  tramite una modalità e un linguaggio adatto alla loro tenera età.

Riuscire a conservare le loro abitudini è di fondamentale importanza. Dunque, orari regolari durante la giornata, cibi sani, farli fare i compiti se la scuola ne mette on line ma soprattutto giocare con loro.

Il burnout e il Covid-19

Come abbiamo già avuto modo di ricordare, medici, infermieri, tecnici e OSS sono stati in prima linea per aiutare ed assistere le persone colpite dalla pandemia. 

Hanno rappresentato la nostra prima linea di difesa. Pertanto lo stress psicofisico è stato ed è ancora enorme. 

Mai come oggi appare chiara l’importanza di pianificare e mettere in atto politiche e strategie di prevenzione della salute mentale di coloro ai quali è affidata l’erogazione dell’assistenza. 

A presto nuove notizie su questi due interessantissimi convegni.

1

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it