• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Tag Archives: bullismo

Bullismo: conversazione con Giovanna Brancaccio

Alessandro Maria Raffone No Comments

In un’intervista concessa dalla Presidente ARES Giovanna Brancaccio, affronteremo il tema del bullismo

La Dott.ssa Giovanna Brancaccio, Presidente ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo), prenderà parte alla Web Conference gratuita, dal titolo “Bullismo, cyberbullismo e attività di contrasto: una realtà (semi) conosciuta”. 

La conferenza si terrà venerdì 18 settembre, a partire dalle ore 10.00, su Google Meet. Per partecipare all’evento è obbligatorio iscriversi tramite questo link

Le parole di Giovanna Brancaccio

In vista di questo evento, la Dott.ssa Brancaccio ci ha rilasciato un’intervista dove si è affrontata la questione bullismo a 360 gradi.

D: Come nasce questa Web Conference? 

R: Da sempre per i nostri allievi organizziamo seminari di approfondimento sulle tematiche che affrontano nei vari corsi di formazione, dal momento che il nostro obiettivo è quello di fornire una preparazione sempre più approfondita e completa. 

Figure professionali come quella dell’Operatore per l’Infanzia (OPI) e dell’Animatore Sociale, nel loro percorso professionale, come è facilmente intuibile, possono dover affrontare problematiche legate al cosiddetto bullismo. A tal proposito ho ritenuto opportuno invitare all’incontro professionisti ed esperti provenienti da ambiti ed esperienze diverse. 

D: Chi saranno gli ospiti? 

R: Saranno tre i nostri ospiti in questa Web Conference. Il Professore e Scrittore Amedeo Caramanica, il quale in quanto docente in pensione di scuola media inferiore ci porterà le sue esperienze dirette, vissute sulla sua pelle durante i tanti anni di attività. Grazie al grosso bagaglio di esperienze maturate nel settore egli, alcuni anni orsono, ha scritto il libro dal titolo emblematico  “Ma io scherzavo…! Bullismo e cyberbullismo”, dove l’argomento è affrontato in maniera chiara tramite le vicissitudini occorse ad una ragazzina di colore e di religione islamica. 

Interverrà poi una Docente dei nostri corsi di formazione, nonchè Psicologa, la Dott.ssa Stefania Curto, la quale ci parlerà delle caratteristiche psicologiche del bullismo e soprattutto come un educatore può e deve affrontare tali problematiche. 

Infine, avremo in collegamento con il Commissario della Polizia di Stato, Dott. Giovanni Citarella, che interverrà sul tema “Cyberbullismo: fenomenologia e rilevanza giuridica”. 

D: Come si può affrontare il bullismo?

R: Il bullismo, e la sua componente informatica (il cyberbullismo), rappresentano un fenomeno molto complesso, difficile sia da interpretare sia da affrontare. 

Le vittime spesso non vengono capite, o chi sta vicino ad un bullizzato non è in grado di dare un aiuto effettivo, a tal proposito la cronaca ci narra di bruttissimi episodi che possono lasciare segni indelebili nella vittima, tanto che in alcuni casi si è  arrivati al suicidio, di colui che oramai non intravedeva più una via di uscita dal tunnel del bullismo. 

Da madre, come tutte le madri ho sempre temuto che un mio figlio potesse divenire vittima e pertanto ritengo sia opportuno un buon dialogo tra genitori  e figli, ritengo opportuna ci sia una apertura al confronto e all’ascolto delle problematiche dei ragazzi. Pertanto, ribadisco che l’invito alla partecipazione Web Conference è pensato per gli educatori, nostri allievi, ma nel contempo è gratuito ed aperto a tutti.

Bullismo: Web Conference gratuita organizzata da ARES per discuterne

Alessandro Maria Raffone No Comments

La Web Conference gratuita sul bullismo si terrà 18 settembre (venerdì) a partire dalle ore 10.00. Possono parteciparvi tutti 

“Bullismo, cyberbullismo e attività di contrasto: una realtà (semi) conosciuta” questo il titolo della Web Conference organizzata dall’Ente di Formazione Professionale campano ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) in collaborazione con PSB Srl, Agenzia del lavoro ed Ente di Formazione. 

La conferenza si terrà venerdì 18 settembre, dalle ore 10.00, su Google Meet. Per partecipare all’evento è necessario iscriversi tramite questo link. La conferenza sarà poi registrata e diffusa sui diversi social dei due enti di formazione professionale. 

OPI e bullismo

Perché parlare di bullismo? Tra i corsi promossi dai due enti di formazione professionale troviamo anche l’OPI (Operatore per l’Infanzia), un professionista che si occupa dei più piccoli e del loro mondo, imparando a riconoscere i loro segnali, decifrandoli così da poter aiutare il bambino a crescere nelle corrette modalità e nei valori più sani. 

Segnali non solo positivi ma anche negativi: il bullismo in questo senso è un aspetto da non sottovalutare, perché può manifestarsi sin dalla più tenera età. 

Riconoscere i primi segni e conoscere come reagire correttamente è di fondamentale importanza. Ecco perché l’incontro è aperto a tutti coloro che sono interessati a comprendere meglio un argomento molto attuale e importante nelle nostre vite. 

Locandina su Web Conference sul bullismo

Interventi e Relatori

SalutiGiovanna Brancaccio (Presidente ARES); 

Presentazione del libro “Ma io scherzavo…! Bullismo e cyberbullismo”Amedeo Caramanica (Professore e Scrittore); 

Da dove nasce il bullismo e come affrontarlo positivamenteStefania Curto (Psicologa e Docente Corsi ARES); 

Cyberbullismo: fenomenologia e rilevanza giuridicaGiovanni Citarella (Commissario della Polizia di Stato); 

ModeratoreAlessandro Maria Raffone (Web Editor). 

Incontro aperto a tutti

Vogliamo inoltre ricordare che l’incontro è aperto a tutte le persone interessate ed è totalmente gratuito. Per gli OPI che prenderanno parte all’evento, e per chiunque dovesse richiederlo, è previsto un attestato di partecipazione.

Bullismo: il ruolo dell’OPI a riguardo

Alessandro Maria Raffone No Comments

Per arginare la piaga del bullismo è necessario iniziare da quando si è piccoli. L’OPI è di fondamentale importanza a riguardo

ARES, Associazione Ricerca e Sviluppo, opera da venti anni nell’ambito della formazione professionale ed è riconosciuta dalla Regione Campania. Tra le figure professionali più richieste in questi ultimi tempi troviamo l’OPI (Operatore per l’Infanzia).

Oggi tratteremo del ruolo di questo professionista in merito all’arginamento della piaga rappresentata dal bullismo. 

Operatore per l’Infanzia e il bullismo

Compito precipuo dell’OPI consiste nel relazionarsi con i bambini, per imparare a conoscere il loro mondo. In questo modo potrà aiutare i più piccoli a crescere nelle corrette modalità e nei giusti valori. 

Questo professionista può operare in luoghi quali centri ricreativi e asili nido. Situazione che gli permette di poter interagire con gruppi di bambini dalle età più diverse. 

Se si fa capire ad un individuo, da bambino, che certi atteggiamenti sono sbagliati, aiuteremo il ragazzo e l’adulto ad evitare comportamenti nefasti per lui e per chi è a lui vicino. 

L’OPI deve evitare che il bambino si chiuda in se stesso

Un ruolo, dunque, quello dell’OPI di grande importanza e responsabilità.  

Corsi OPI dell’ARES 

ARES organizza ogni anno diversi corsi per diventare Operatori per l’Infanzia. Recentemente, effettua le lezioni non solo dal vivo ma anche in remoto, tramite la modalità FAD (Formazione a Distanza). 

Seguendo questi corsi, suddivisi in una parte teorica ed una pratica, sarà possibile conseguire l’attestato finale di qualifica professionale, dalla validità nazionale. 

Per ulteriori informazioni contattateci sulla mail: info@infoares.it

1

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it