• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Tag Archives: europa

Corpo Europeo di solidarietà: nuovo progetto rivolto ai giovani

Corpo Europeo di solidarietà: nuovo progetto rivolto ai giovani

Redazione No Comments

L’Unione Europea stanzia un nuovo progetto rivolto ai giovani, destinato ad azioni di solidarietà e sostegno ai più svantaggiati

Giovedì scorso, 4 ottobre, è stato reso pubblico il nuovo Regolamento Europeo, denominato “Corpo europeo di solidarietà”. Il documento è stato ufficializzato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea dopo l’approvazione definitiva del Parlamento e del Consiglio Europeo.

I dettagli del Regolamento

Il nuovo Regolamento è entrato in vigore a partire dal 5 ottobre, pertanto dovrà essere obbligatoriamente applicato in tutti i Paesi dell’Unione.

Alla base del Regolamento, senza dubbio, vi è la tematica della solidarietà, da sempre valore fondante dell’Unione Europea. Con questo progetto, il Corpo europeo di solidarietà ora offre la possibilità ai giovani di contribuire in maniera solidale e significativa alla società. L’obiettivo, infatti, è quello di promuovere la solidarietà, di sviluppare nuove abilità, conoscenze ed anche competenze, ma soprattutto di arricchirsi in maniera inestimabile in termini di umanità.

In questo modo, infatti, il Corpo europeo di solidarietà inaugurerà una nuova iniziativa volta a cambiare, assolutamente in positivo, la società stessa, attraverso l’impegno in termini di supporto e di sostegno verso tutti i soggetti e le comunità che si stanno impegnando per accrescere modelli di cittadinanza attiva e di solidarietà nel Vecchio Continente.

Il ruolo dei giovani in questo progetto

All’interno di questo scenario, un ruolo fondamentale è giocato dai giovani. Sono coinvolti, infatti, tutti i ragazzi di età compresa tra i 18 ed i 30 anni, che potranno partecipare anche in forma di volontari. L’obiettivo del progetto è anche quello di favorire l’inserimento lavorativo dei più giovani attraverso degli appositi contratti di apprendimento, di formazione oppure attraverso tirocini.

Il sostegno alle attività dei giovani

Il Regolamento stabilisce anche la possibilità di finanziare dei progetti a sfondo solidale promossi da gruppi di giovani, comprendenti almeno 5 componenti. Le proposte di attività dovranno riguardare il contesto locale, intervenendo in una specifica comunità di riferimento, alla quale andrà indirizzato il proprio spirito di iniziativa. In particolare, la priorità del Corpo europeo di solidarietà è rivolta a progetti di inclusione di giovani più svantaggiati e con minori opportunità.

Il progetto in Italia

Secondo quanto stabilito dalla Commissione Europea sarà l’Agenzia Nazionale per i Giovani a poter attuare quest’iniziativa nel nostro Paese, promuovendo così un programma annuale di lavoro. L’Agenzia Nazionale per i Giovani collaborerà per la realizzazione del progetto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri/Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, in qualità di Autorità Nazionale.

I fondi stanziati

Il Corpo europeo di solidarietà ha previsto lo stanziamento globale, fino a dicembre 2020, di circa 376 milioni di euro. Di questi, ben 55 milioni da investire nel 2018, di cui circa 4,6 milioni sono indirizzati solo all’Italia.

I fondi dovranno finanziare, quindi, attività di solidarietà, cioè volontariato e progetti di solidarietà, che si stima assorbiranno circa il 90% delle risorse. Il restante 10%, invece, sarà investito per operazioni di inserimento nel mondo del lavoro, sotto forma di contratti professionali o tirocini.

I tempi per presentare le proposte

Per inviare le proposte è stato pubblicato un apposito Avviso pubblico dal 10 agosto, con decadenza ultima al 16 ottobre per tutte le iniziative riguardanti il corrente anno.

Clicca qui per accedere direttamente al link del Regolamento.

 

Kristina Barresi

 

Nuovissime sul GDPR: la delega slitta al 21 agosto 2018.

Redazione No Comments

25 maggio 2018 – Finalmente è giunto il fatidico giorno del GDPR, tuttavia, in Italia, a causa di uno step governativo, non è ancora stato possibile recepire la necessaria delega che slitta al 21 agosto 2018.

Come già ampiamente ricordato nei nostri precedenti articoli,oggi, 25 maggio 2018, il GDPR, vale a dire, il Regolamento Europeo 679/2016 che legifera sulla tutela della privacy e della sicurezza dei dati del cittadino comunitario è effettivo. 

Dal momento che il GDPR risulta essere un Regolamento a tutti gli effetti, non ha bisogno di una legge nazionale per essere recepito nella legislazione italiana. In alcuni casi particolari, però, è stato previsto che il legislatore debba intervenire per renderlo uniforme alla legislazione locale.

In Italia, tuttavia, è avvenuto un deceleramento rispetto alla procedura di adeguamento della normativa italiana rispetto al General Data Protection Regulation. Questo perché il Governo, in seguito ad un mandato del Parlamento, avrebbe dovuto accogliere nel nostro quadro legislativo la normativa afferente al GDPR entro il 21 maggio 2018

Purtroppo, così non è stato, comportando di conseguenza una nuova data per il recepimento: ovvero il 21 agosto 2018.

I pareri delle Commissioni speciali dei due rami che compongono il nostro Parlamento non sono stati esplicitati. Il Garante della Privacy, da parte sua, ha pronunciato un giudizio favorevole, ma con alcune precisazioni.

Attualmente la situazione in Italia si presenta così: il GDPR ha piena validità dal 25 maggio e, pertanto, dovrà essere eseguito pienamente, nonostante il fatto che il decreto non sia stato ancora adottato.  È da ricordare, inoltre, che al momento della sua entrata in vigore, le leggi italiane, in contrasto con la rispettiva legislazione europea, non saranno più attuabili.

Le sanzioni per chi non è in regola…tra l’altro, è risaputo! Sono abbastanza ingenti, anche fino al 4%el fatturato annuo dell’azienda.

La Redazione

1

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Mail : info@infoares.it