• Telefono : 081 5704220 - 0815705650 | Fax : 08119360595 / 08119360666 Messaggia su WhatsApp Mobile Con Whatsapp: 3929164153
  • ares@infoares.it | Canale Video Youtube

Tag Archives: oss

La storia di Marian McQuade tra OSS e Animatore Sociale

Alessandro Maria Raffone No Comments

Antesignana degli OSS e degli Animatori Sociali Marian McQuade non solo si è occupata degli anziani ma a lei si deve la festa dei nonni. La ricordiamo oggi perché è la festa dei nonni

I nonni meritano di essere amati e onorati. Proprio per questo motivo, è giusto prendersene cura in maniera corretta tramite l’attività di Animatore Sociale e OSS (Operatore Socio Sanitario). La storia di Marian McQuade, a questo proposito, è un esempio per tutti noi.

Marian McQuade tra Animatore Sociale e OSS

La signora Marian McQuade (nata il 18 gennaio 1917, morta il 26 settembre 2008 a 91 anni) era una casalinga statunitense della West Virginia (Virginia Occidentale). Da nubile si chiamava Marian Lucille Herndon a Caperton ed è stata madre di 15 figli, nonna di 43 nipoti e bisnonna di 15 pronipoti. Si occupava degli anziani dal 1956 e considerava di vitale importanza il rapporto che i nonni intrattenevano con i loro nipoti. Per questi motivi, sin dal 1970 la McQuade si è battuta per l’istituzione di una giornata nazionale dedicata ai nonni. Il primo fu il suo stato natale, nel 1973. Gli Stati Uniti d’America hanno iniziato a onorare i nonni nel 1979 con il National Grandparents Day.

È stata per via della sua attività nei confronti degli anziani ad averla resa una vera e propria antesignana degli Animatori Sociali e degli OSS.

OSS e Animatori Sociali: un percorso di vita

Spesso chi lavora nell’ambito dell’assistenza agli anziani è portato a percorrere questo percorso di vita proprio perché vuole rendersi di aiuto alle persone anziane, assistendole nelle loro eventuali malattie (se OSS) e rendendo allegre e spensierate le loro giornate (se Animatori Sociali). Una vera e propria mission che vi permetterà, se siete interessati a questo ambito lavorativo, di lavorare in case di cura, ospedali e cliniche (sia private sia pubbliche).

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è l’Ente di Formazione che vi permetterà di coronare il vostro sogno indirizzandovi ai propri corsi di OSS e di Animatore Sociale, al termine dei quali riceverete un attestato che ha validità su tutto il territorio nazionale, indispensabile per poter operare in questo settore.

Se volete saperne di più sui nostri corsi, potete contattare i seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax : 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail : info@infoares.it.

 

 

ASP Piacenza

Concorso OSS ASP Piacenza: il corso ARES permette di partecipare

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’ASP Piacenza ha bandito un bando per 66 OSS, con scadenza 20 agosto 2019: partecipa grazie al corso di ARES

L’ASP (Azienda Pubblica dei Servizi alla Persona) della Città di Piacenza ha bandito un bando di concorso pubblico, per soli esami, per la selezione ed il reclutamento di 66 Operatori Socio Sanitari (OSS). Nel dettaglio, sono messi a bando 54 posti a tempo pieno e 12 posti a tempo parziale per 30 ore settimanali. Si tratta di contratti a tempo indeterminato, di categoria giuridica B3. Per partecipare al concorso bisognerà inoltrare domanda di partecipazione, entro le ore 12.00 del 20 agosto 2019.

La presentazione della domanda può essere fatta direttamente a mano, recandosi presso l’Ufficio Protocollo dell’ASP Città di Piacenza, ma può essere inoltrata anche mediante raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite PEC. La documentazione da compilare, assieme a tutte le altre informazioni in merito alla procedura selettiva per 66 OSS, sono reperibili consultando il sito dell’ASP Piacenza.

Concorso OSS ASP Piacenza: i requisiti per partecipare

Per poter partecipare al concorso OSS APS Piacenza, i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti di carattere generale:

  • Cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea
  • Godimento dei diritti civili e politici, elettorato attivo incluso
  • Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva
  • Età non inferiore a 18 anni e non superiore al limite stabiliti per il collocamento a riposo
  • Non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso
  • Non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso la Pubblica Amministrazione
  • Non essere stato licenziato da ASP Città di Piacenza
  • Idoneità psico-fisica all’impiego
  • Diploma d’istruzione secondaria di primo grado – licenza media
  • Adeguata conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse

Oltre a ciò, requisito specifico per la partecipazione al concorso OSS ASP Piacenza è il possesso dell’attestato di qualifica professionale di Operatore Socio Sanitario (OSS) o titolo afferente, come previsto dalla normativa vigente.

Riserve di posti e prove d’esame

Il bando OSS ASP Piacenza prevede alcune riserve di posti:

  • 17 posti a tempo pieno e 3 posti a tempo parziale saranno riservati ai volontari delle Forze Armate;
  • 22 posti a tempo pieno e 5 posti a tempo parziale riguarderanno i dipendenti dell’azienda inseriti a tempo determinato e con almeno 3 anni di servizio – anche non continuativi.

Le prove d’esame si baseranno su una prova preselettiva, fissata indicativamente per il prossimo settembre; essa sarà seguita da una prova scritta ed un esame orale.

Il corso di ARES permette di partecipare al concorso OSS ASP Piacenza

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è un’associazione senza scopo di lucro, attiva nel campo della formazione e aggiornamento professionale con serietà e competenza da oltre un ventennio. Il nostro Corso per Operatore Socio Sanitario (OSS)  è riconosciuto dalla Regione Campania e rilascia un attestato che ha validità su tutto il territorio nazionale, indispensabile per poter partecipare a concorsi pubblici come il concorso OSS ASP Piacenza.

Se volete saperne di più sui nostri corsi, potete contattare i seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax : 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail : info@infoares.it

  Giuseppe Esposito

OSS: corso di formazione Ares a metà prezzo!

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’Operatore Socio Sanitario (OSS) è una figura davvero molto importante al giorno d’oggi, soprattutto per l’assistenza a persone in difficoltà

Gli Operatori Socio Sanitari, meglio conosciuti come OSS, ad oggi sono delle figure estremamente importanti nel mondo della sanità italiana.

Ogni Operatore deve necessariamente possedere una formazione alle spalle in modo che possa fornire la massima assistenza alle persone nei contesti sociali e sanitari, tale da garantirgli il benessere e l’autonomia di cui hanno bisogno.

Di cosa si occupa un OSS?

Il ruolo dell’OSS ricopre diverse mansioni, infatti deve offrire assistenza alla persona occupandosi:

  • Dell’igiene personale del soggetto che da solo non può muoversi
  • Delle attività di casa
  • Nelle attività che riguardano il campo infermieristico e tecnico-sanitario
  • Prestare ascolto al soggetto e comunicare eventualmente con la sua famiglia

Solitamente a chiede assistenza ad un Operatore Socio Sanitario sono gli anziani con problemi sociali e sanitari, i disabili che hanno particolari esigenze, ma anche adulti in difficoltà o con problemi inerenti alla sfera psichica (disturbi psichiatrici).

Tuttavia, l’OSS può prestare servizio anche ai degenti ricoverati in ospedale oppure ai ragazzi con problemi relativi alla psico-fisica.

L’Operatore specializzato presta servizio in diverse strutture che possono spaziare dall’ambito pubblico al privato. Un OSS può lavorare presso ospedali, in cliniche, all’Asl, nei centri diurni, nelle case famiglia, nelle comunità d’alloggio e nelle residenze per anziani, ma su richiesta può prestare assistenza anche a domicilio.

In ogni caso occorre ricordare che l’OSS non ha tutti gli strumenti per poter operare da solo e soprattutto non è da intendersi quale sostituto di un infermiere.

L’Operatore Socio Sanitario lavora in stretta collaborazione con gli Assistenti Sociali, gli Educatori, i Medici e gli Infermieri.

Prossimi concorsi per OSS a Napoli

L’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale (AORN) Santobono Pausilipon di Napoli  ha predisposto una nuovo concorso per l’assunzione di 40 OSS – Operatori Socio Sanitari – Cat. Bs a tempo indeterminato.

I candidati interessati possono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente per via telematica sulla pagina Santobono Pausilipon di Napoli nella sezione “Concorsi” entro il 14 luglio 2019, versando una quota di iscrizione pari a 10€.

In seguito alla data di scadenza del bando, sempre sul sito AORN saranno rese note le date d’esame e le successive graduatorie di ammissione nella sezione “L’Azienda Informa > Bandi di Concorso”.

OSS e corsi di formazione

Da anni l’Associazione Ricerca e Sviluppo (ARES) mette a disposizione per gli utenti diversi corsi di formazione, tra cui il Corso di Formazione  Oss Operatore Socio Sanitario.

Un team composto da esperti si occuperà di formare gli utenti iscritti al Corso, su un piano empatico oltre che professionale, provvedendo al conseguimento di un attestato che abbia validità su tutto il territorio Nazionale.

Inoltre, l’Associazione Ricerca e Sviluppo ha in serbo per i prossimi iscritti una grande possibilità!

Solo per giugno 2019 chi si iscriverà al nostro Corso OSS (Operatore Socio Sanitario), avrà un 50% di sconto. Come già detto, gli OSS sono sempre più necessari, perché non approfittare di questa occasione? Il Corso di Formazione OSS offre a tutti gli utenti di entrare a far parte del mondo della sanità italiana con una preparazione di alta qualità.

Sono stati predisposti presso la sede di Bagnoli dei corsi preparatori per superare i concorsi in atto, per maggiori informazioni  al riguardo contattare i numeri: Telefono: 081/5704220 –  Mobile con Whatsapp:3929164153, oppure tramite e-mail all’indirizzo: ares@infoares.it

Carla Sarnataro

Concorso per 12 O.S.S. Asp Bologna: il corso di ARES a giugno costa la metà

Alessandro Maria Raffone No Comments

Concorso per 12 O.S.S. dell’A.S.P. “Laura Rodriguez Y Laso De’ Buoi” di Bologna. Il corso di ARES permette di partecipare e a giugno costa la metà

Nuove opportunità di inserimento professionale per le figure di Operatore Socio Sanitario (OSS). L’A.S.P. “Laura Rodriguez Y Laso De’ Buoi” di Bologna, ha difatti pubblicato un concorso pubblico, per soli esami https://asplaurarodriguez.elixforms.it/UploadDocs/4_Bando_concorso_OSS.pdf, per il reclutamento di 12 OSS, con contratto a tempo pieno e indeterminato ed inquadramento giuridico ed economico categoria B3 – CCNL Funzioni Locali. La domanda di partecipazione al concorso può essere presentata esclusivamente per via telematica. Le domande dovranno essere inviate, entro le ore 12.00 del giorno 24/06/2019, qui: https://asplaurarodriguez.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=MOD_BND_003.

Chi può partecipare?

Per accedere al bando di concorso per OSS dell’A.S.P. “Laura Rodriguez Y Laso De’ Buoi” di Bologna, i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Possesso della cittadinanza di uno degli Stati dell’Unione Europea, o essere famigliare di cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea (senza avere la cittadinanza di uno Stato membro) e titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; oppure essere cittadino/a di Paesi terzi titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato/a ovvero dello status di protezione sussidiaria (secondo quanto disposto dall’art. 38 del vigente D.Lgs. 30/03/2001 n. 165)
  • Aver compiuto il diciottesimo anno d’età
  • Godimento dei diritti civili e politici (anche nel Paese di provenienza)
  • Non aver subito condanne penali che precludano l’accesso ai Pubblici Uffici
  • Non essere stati destituiti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione
  • Essere in posizione regolare rispetto agli obblighi di leva
  • Essere in possesso dei requisiti psico – fisici idonei alla professione
  • diploma di istruzione secondaria di primo grado;
  • attestato di operatore socio sanitario (OSS).

Nell’ambito dei posti messi a concorso operano le seguenti riserve:

  • 30% dei posti messi a concorso in favore dei volontari delle FF.AA. ai sensi dell’art. 678 e dell’art. 1014 del D.Lgs. 66/2010.
  • 50% dei posti messi a concorso in favore del personale dipendente dell’ASP Laura Rodriguez con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, inquadrato nella categoria giuridica B1, profilo professionale OSS o ADB da almeno 3 anni ed abbia conseguito una valutazione positiva del grado della prestazione individuale ai sensi dell’art. 52 comma 1 bis del D.Lgs. 165/2001.

Il corso di ARES permette di partecipare al concorso OSS Asp Bologna: a giugno sconto del 50%!

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è un’associazione senza scopo di lucro, attiva nel campo della formazione e aggiornamento professionale, con serietà, impegno e competenza, da oltre un ventennio. Il nostro corso di Operatore Socio Sanitario (OSS) si avvale del contributo di un team professionale e qualificato e permettere ai partecipanti un percorso formativo graduale e completo, senza tralasciare la formazione circa le competenze digitali, oramai parte dei requisiti irrinunciabili anche nel mondo della specializzazione professionale.

Il corso OSS di ARES, riconosciuto dalla Regione Campania, permette ai partecipanti il conseguimento di un attestato di qualifica dalla validità nazionale, necessario per poter partecipare a tutte le procedure selettive relative alla categoria professionale dell’Operatore Socio Sanitario, come quella indetta dell’A.S.P. “Laura Rodriguez Y Laso De’ Buoi” di Bologna. Solo per il mese di giugno 2019 una straordinaria promozione di ARES garantisce a chi si iscrive al corso il 50% di sconto!

Per ulteriori informazioni potete contattarci ai seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax: 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail: info@infoares.it

Giuseppe Esposito

oss corso di formazione Niguarda

Concorso OSS Ospedale Niguarda: il corso di ARES permette di partecipare

Davide Gabriele Bianco No Comments

Bando di concorso per 10 Operatori Socio Sanitari (OSS) al Grande Ospedale Metropolitano Niguarda (MI): il corso di ARES permette di partecipare

Il Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, a Milano, ha indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 10 posti di Operatore Socio Sanitario (OSS). Il bando, già preannunciato nei mesi scorsi, è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (Bur) n.21, del 22 maggio 2019 https://drive.google.com/file/d/1idAlLR0nhSes-hVRqCz_WHyi-nf7OcST/view (pag. 139 e seguenti) e sarà pubblicato anche sulla prossima Gazzetta Ufficiale. Si tratta di 10 posti a tempo indeterminato – cat. B liv. BS.

Concorso OSS Ospedale Niguarda: chi può partecipare

Questi i requisiti generali necessari per poter partecipare al concorso OSS Ospedale Niguarda:

  • cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o cittadinanza di uno Stato extra-europeo (necessario il possesso dei requisiti di regolarità per il soggiorno in Italia);
  • piena e incondizionata idoneità psico-fisica alla mansione specifica e ai turni sulle 24 ore.

Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni.

I requisiti specifici propedeutici alla partecipazione al concorso sono:

  • diploma di istruzione secondaria di primo grado;
  • attestato di operatore socio sanitario (OSS).

I titoli di studio conseguiti all’estero saranno considerati utili purché riconosciuti equipollenti ad uno dei titoli di studio italiani dagli organi competenti ai sensi della normativa vigente in materia.

Le domande di partecipazione al concorso potranno essere prodotte esclusivamente mediante procedura telematica. L’invio della domanda sarà possibile solo dopo essersi registrati sul sito dell’azienda ospedaliera, seguendo tutti i passaggi indicati nella procedura di registrazione. Tra i dati da fornire per registrarsi ci sarà l’email: non sarà possibile fornire la PEC. La prova preselettiva sarà scritta e si baserà su domande a risposta multipla sulle materie relative alle prove concorsuali.

Chi desiderasse ricevere ulteriori informazioni può contattare l’ufficio concorsi del Grande Ospedale Metropolitano Niguarda a questi numeri: 0264442075-8664-2736-2752, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 11,00.

Bando OSS Ospedale Niguarda: il corso di ARES permette di partecipare

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è un’associazione senza scopo di lucro, attiva nel campo della formazione e aggiornamento professionale, con serietà, impegno e competenza, da oltre un ventennio. Il nostro corso di Operatore Socio Sanitario (OSS) si avvale del contributo di un team professionale e qualificato, composto da docenti laureati in Psicologia, Scienze infermieristiche, Lingue, Sicurezza sul lavoro, un Istruttore di Primo Soccorso ed in più un Tutor diplomato.

I cicli di lezioni sono strutturati in modo tale da permettere ai partecipanti un percorso formativo graduale e completo, senza tralasciare la formazione circa le competenze digitali, oramai parte dei requisiti irrinunciabili anche nel mondo della specializzazione professionale.

Il corso OSS di ARES, riconosciuto dalla Regione Campania, permette ai partecipanti il conseguimento di un attestato di qualifica dalla validità nazionale, necessario per poter partecipare a tutte le procedure selettive relative alla categoria professionale dell’Operatore Socio Sanitario, come quella indetta dall’Ospedale Niguarda di Milano.

Se volete saperne di più sul corso di Operatore Socio Sanitario (OSS) di ARES e su tutti i nostri corsi di formazione e aggiornamento professionale, potete contattarci ai seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax: 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail: info@infoares.it

 

Giuseppe Esposito

 

OSS (Operatore Socio Sanitario)

Concorso OSS Sicilia: il corso di ARES permette di partecipare

Alessandro Maria Raffone No Comments

Quattro Maxi-Concorso per OSS e infermieri in Sicilia subito dopo Pasqua: l’annuncio dell’Assessorato alla Sanità: previste 1700 assunzioni

Boccata d’ossigeno per la Sanità Siciliana: l’Assessore Regionale, Ruggero Razza, ha annunciato 4 maxi-concorso per OSS e infermieri, per un totale di 1700 posti. Due bandi saranno destinati agli infermieri, i rimanenti due saranno destinati esclusivamente alla figura dell’Operatore Socio Sanitario. Nel dettaglio, dei 1700 posti totali disponibili, 1000 dovrebbero essere destinati agli infermieri e 700 agli OSS.

La ricognizione precisa del numero di posizioni aperte sta avvenendo in questi giorni. L’Assessorato ha difatti inviato circolari alle singole aziende ospedaliere, chiedendo loro di definire il proprio fabbisogno di personale per quanto concerne le figure di Operatori Socio Sanitari ed infermieri.

Concorso OSS Sicilia: nuove assunzioni e rientri con la mobilità

Il bando di concorso per Oss e infermieri Sicilia nasce dall’esigenza di porre rimedio agli ammanchi di personale, ormai cronici, nel settore dell’assistenza infermieristica e sanitaria isolana.  La situazione si è ulteriormente aggravata con i prepensionamenti e con il forte turnover necessario con la “quota 100”.

La Sicilia ha a disposizione, per coprire i posti vacanti, graduatorie a scorrimento vecchie ormai dodici anni, nelle quali spesso mancano le professionalità attualmente richieste in Sanità. Per questo motivo le vecchie graduatorie saranno chiuse e contestualmente sostituite dalle nuove. Nei bandi di prossima pubblicazione sarà riservata una corsia preferenziale, come da normativa nazionale, alle procedure per mobilità. In particolare saranno favoriti i rientri di cittadini siciliani che hanno trovato lavoro come OSS fuori regione. I posti che saranno rimasti comunque vacanti dopo i rientri favoriti dalla mobilità, saranno messi a bando per tutti. In base alle dichiarazioni dell’Assessore Regionale alla Sanità siciliana, Ruggero Razza, i maxi-concorso saranno pubblicati a stretto giro, dopo le festività pasquali. Si inizierà, ovviamente, dai bandi per la mobilità.

Concorso OSS Sicilia: i requisiti per partecipare

I requisiti richiesti dalla normativa nazionale per poter partecipare ai concorsi pubblici sono:

  • Possesso della cittadinanza italiana
  • Aver compiuto il diciottesimo anno d’età
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Non aver subito condanne penali che precludano l’accesso ai Pubblici Uffici
  • Non essere stati destituiti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione
  • Non essere esclusi dall’elettorato politico attivo
  • Essere in posizione regolare rispetto agli obblighi di leva
  • Essere in possesso dei requisiti psico – fisici idonei alla professione

Oltre a ciò, requisito specifico per la partecipazione al concorso OSS Sicilia è il possesso dell’attestato di qualifica professionale di Operatore Socio Sanitario (OSS) o titolo afferente.

Il corso di ARES permette di partecipare al concorso OSS Sicilia

ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, è un’associazione senza scopo di lucro, attiva nel campo della formazione e aggiornamento professionale con serietà e competenza da oltre un ventennio. Il nostro Corso per Operatore Socio Sanitario (OSS) (https://www.infoares.it/formazione/corsi-di-formazione-professionale/corso-di-oss-a-napoli-operatore-socio-sanitario/) è riconosciuto dalla Regione Campania e rilascia un attestato che ha validità su tutto il territorio nazionale, indispensabile per poter partecipare a concorsi pubblici come il concorso OSS Sicilia.

Se volete saperne di più sui nostri corsi, potete contattare i seguenti recapiti: Tel: 0815704220 / 0815705650 – Fax : 08119360595 / 08119360666 – Mobile: 3929164153. Mail : info@infoares.it

    Giuseppe Esposito

 

OSS e trattamento delle stomie seminario ARES il 12 aprile

OSS e trattamento delle stomie: seminario ARES il 12 aprile

Alessandro Maria Raffone No Comments

Il 12 aprile si terrà il seminario di ARES sul trattamento delle stomie, una delle mansioni più delicate di competenza dell’Operatore Socio Sanitario (OSS)

L’Operatore Socio Sanitario (OSS) è una figura specializzata sempre più richiesta nel mondo dell’assistenza infermieristica. L’OSS ha compiti di assistenza di base, ma svolge anche una fondamentale funzione di supporto all’attività medico-infermieristica. Ecco alcune delle mansioni principali di competenza dell’Operatore Socio Sanitario:

· aiutare i pazienti non autosufficienti nelle loro attività quotidiane;

· fare delle piccole medicazioni;

· servire da supporto nell’assunzione delle terapie orali;

· prevenire le ulcere da decubito;

· rilevare i parametri vitali;

· sbrigare le pratiche burocratiche;

· svolgere attività di sterilizzazione, sanitizzazione e sanificazione.

Di fondamentale importanza, inoltre, il supporto psicologico ed empatico, grazie al quale è possibile ridurre il disagio del paziente, semplificando le interazioni di quest’ultimo nel mondo reale. ARES, Associazione Ricerca E Sviluppo, cura la formazione dell’OSS col Corso per Operatore Socio Sanitario (OSS) (https://www.infoares.it/formazione/corsi-di-formazione-professionale/corso-di-oss-a-napoli-operatore-socio-sanitario/ ), riconosciuto dalla Regione Campania e che rilascia un attestato che ha validità su tutto il territorio nazionale.

Tra le numerose mansioni di competenza dell’Operatore Socio Sanitario (OSS), concentriamo oggi la nostra attenzione su un aspetto particolarmente delicato: il trattamento delle stomie.

L’Operatore Socio Sanitario ed il trattamento delle stomie

La stomia è un’apertura sulla parete addominale, creata in seguito ad un intervento chirurgico, che ha la funzione di collegare con l’esterno un tratto dell’intestino o gli ureteri. Tra le cause principali che rendono necessaria la creazione di una stomia vi sono: colonstomie, rettocolite ulcerosa, morbo di crohn, traumi addominali, diverticolite, carcinoma del retto-sigma, anomalie congenite, urostomie, traumi addominali e tumori. L’Operatore Socio Sanitario (OSS) si occuperà di igienizzare e cambiare in modo professionale il dispositivo per la raccolta di feci e urine posizionato all’altezza della stomia.

ARES: seminario per OSS sul trattamento delle stomie il prossimo 12 aprile

L’importanza dell’assistenza al paziente stomizzato, in età pediatrica o adulta, sarà al centro dell’importante seminario che si terrà venerdì 12 aprile 2019, alle ore 13:30, presso la sede ARES di Bagnoli (Napoli), in Viale Campi Flegrei n.41. Ricordiamo il valore dell’aggiornamento professionale continuo, componente essenziale che caratterizza figure dall’elevata specializzazione come l’Operatore Socio Sanitario (OSS).

Il seminario di ARES, dal titolo Stoma Care: il ruolo dell’Operatore Socio Sanitario, sarà introdotto dalla Dott.ssa Giovanna Brancaccio (Coordinatrice Responsabile Corsi ARES e PSB Srl) e moderato dal Dott. Giuseppe Sorvillo (Docente ARES e Presidente C. N. C. Campania). I lavori saranno organizzati in due sessioni, una di carattere teorico ed una di carattere pratico e saranno arricchiti dagli interventi dei migliori specialisti del settore. Non solo specializzazione tecnica e professionale: ampio rilievo sarà dato al ruolo di supporto psicologico ed empatico che l’Operatore Socio Sanitario potrà garantire al paziente stomizzato.

Potete visionare il calendario dei lavori e l’elenco completo dei relatori del seminario di ARES del prossimo 12 aprile a questo link: https://www.infoares.it/formazione/oss-seminario-ares-sulle-stomie-il-12-aprile/

Al termine dei lavori, a tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Per ulteriori informazioni potete contattare i seguenti recapiti: Tel: 0815704220 – Mail: info@infoares.it

Giuseppe Esposito

OSS, seminario ARES sulle stomie il 12 aprile

Alessandro Maria Raffone No Comments

L’importanza del prossimo seminario ARES sulle stomie (12 aprile) riguarda l’importanza dell’assistenza dell’OSS al paziente stomizzato in età pediatrica e adulta

Venerdì 12 Aprile 2019 dalle ore 9.00 alle ore 13.30 presso la sede ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) in Viale Campi Flegrei n.41 a Bagnoli (Napoli) si terrà un seminario dal titolo Stoma Care: Il Ruolo dell’Operatore Socio Sanitario

Programma del seminario OSS

Il Seminario, che inizierà con la registrazione dei partecipanti, sarà diviso in due sessioni, aspetti teorici e aspetti pratici. Moderatore sarà il Dott. Giuseppe Sorvillo (Docente ARES e Presidente C. N. C. Campania).

Prima dei lavori veri e propri ci sarà la presentazione dell’azienda ed apertura lavori da parte della Dott.ssa Giovanna Brancaccio (Coordinatrice Responsabile Corsi ARES e PSB Srl).

I Sessione aspetti teorici

Stomacare: protagonisti del “nuovo aspetto” del Dott. Giuseppe Sorvillo;

Assistere il paziente stomizzato in età adulta e pediatrica del Dott. Ciro De Rosa (Stomaterapista AORN “A. Cardarelli “ – Vice Presidente AISTOM);

Analisi degli aspetti psicologici della patologia delle Dott.sse Maria Florencia Gonzalez Leone (Psicologa e docente ARES) e Manuela Morra (Psicologa e docente ARES).

II Sessione aspetti pratici

Presidi e accessori, il giusto utilizzo del Dott. Vincenzo Montano (Stomaterapista Università “Luigi  Vanvitelli “  di Napoli);

Consigli utili: l’irrigazione della stomia del Dott. Ciro De Rosa.

Conclusioni e saluti

Conclusioni e considerazioni dei Dott.ri Giuseppe Sorvillo e Ciro De Rosa;

Saluti e consegna attestati di partecipazione da parte della Dott.ssa Giovanna Brancaccio.

Evento ARES sulle stomie 12 aprile 2019

Evento ARES sulle stomie 12 aprile 2019

La stomia in età pediatrica e adulta

Il seminario d’aggiornamento Stoma Care: Il Ruolo dell’Operatore Socio Sanitario vuole evidenziare quanto è importante conoscere le procedure per assistere nel miglior modo possibile lo stomizzato sia bambino sia adulto.

Affrontare il problema dell’utilizzo e della corretta manutenzione delle stomie è di fondamentale importanza, infatti, per quanto concerne il benessere del paziente. L’OSS è in prima linea in questo frangente e deve, pertanto, essere pronto ad affrontare tutti i possibili casi che potrebbero sorgere.

Inoltre, con approcci diversi, gli Operatori Socio Sanitari dovranno far comprendere al paziente (maggiorenne o minorenne) che è possibile vivere nella più assoluta normalità, nonostante la nuova condizione.

operatore socio sanitario sassari

OSS: A Sassari mancano per un’ora e l’igiene dei pazienti salta

Redazione No Comments

L’increscioso episodio è avvenuto in una clinica di Sassari. Gli OSS mancavano per un’ora e gli infermieri si sono rifiutati di occuparsi dell’igiene dei pazienti

A volte, accadono eventi incresciosi che destano scalpore. Quello che vi stiamo per raccontare e uno di questi.

Infermieri e OSS a Sassari

I pazienti dovrebbero essere sempre rispettati e il loro benessere messo sempre al di sopra di tutto.

L’azienda sanitaria dove si è svolta la vicenda, occorsa alcuni giorni fa, ha stabilito una turnazione ridotta per gli OSS (Operatori Socio Sanitari) impiegati per risparmiare e non andare così in rosso.

Per un’ora, dalle 13.00 alle 14.00, gli OSS staccano, lasciando tutte le loro attività e funzioni in mano ai loro colleghi infermieri.

Questi ultimi hanno ritenuto, e ritengono ancora, degradante per il loro ruolo svolgere le mansioni che competono agli Operatori Socio Sanitari.

L’igiene non è una competenza del settore infermieristico

Il problema si è posto nel momento in cui i pazienti hanno richiesto, agli infermieri, di essere puliti. Molti di questi ultimi hanno rifiutato di svolgere questa mansione, facendo presente che avevano incombenze più importanti.

I pazienti avrebbero dovuto aspettare le due del pomeriggio per poter essere lavati dagli Operatori Socio Sanitari.

Coordinamento regionale SHC

A segnalare l’increscioso episodio è stato il Coordinamento regionale sardo SHC (Sindacato degli OSS), che ha redatto una missiva alla direzione aziendale per chiedere di prendere immediati provvedimenti visto che “violare il diritto dei cittadini-pazienti che richiedono cure igieniche comporta omissione di atti di ufficio e genera un chiaro rischio per la salute degli stessi pazienti“.

La risposta dell’Ospedale

L’ospedale in questione ha incontrato i rappresentanti del sindacato degli OSS e ha informato, per lettera, tutti i Coordinatori infermieristici di eseguire le dovute prestazioni di assistenza sanitaria.

Come sempre vi terremo aggiornati sulla situazione, nella speranza che fatti come questi non accadano più.

Alessandro Maria Raffone

concorso operatore socio sanitario ospedale antonio cardarelli

L’Operatore Socio Sanitario, una figura ricercata

Redazione No Comments

L’Operatore Socio Sanitario, conosciuto anche come OSS, è una figura specializzata nell’assistenza infermieristica al momento molto ricercata. Curare non significa solo rimarginare una ferita, ma anche ricevere assistenza sul piano psicologico ed empatico, ed è quello che fanno gli Operatori Socio Sanitari in Italia.

Cosa fa un OSS?

La figura dell’Operatore Socio Sanitario è molto richiesta sul territorio nazionale ed è destinata a prestare aiuto a coloro che si trovano in condizioni di disagio, in modo da poter semplificare le loro interazioni nel mondo sociale.

Per diventare OSS è necessario frequentare corsi di formazione specifici, in cui si riceveranno le giuste informazioni per la gestione e la cura delle diverse condizioni di salute del paziente. L’Operatore Socio Sanitario dovrà prestare assistenza infermieristica al paziente, non solo sul piano della riabilitazione e della cura, ma rieducandolo al nuovo stile di vita e cercando di ristabilire in lui le condizioni fisiche, ma anche psicologiche, adatte ad affrontare la nuova condizione di salute.

Un esperto OSS dovrà favorire nell’individuo l’equilibrio e il benessere di cui è stato privato al momento del disagio o della condizione di “non-autosufficienza”. L’Operatore Socio Sanitario non sarà solo in questo compito: infatti, potrà sempre interfacciarsi con esperti e professionisti del campo medico-sanitario al fine di prestare un servizio efficiente.

Come si diventa OSS?

Per diventare OSS innanzitutto è necessaria la predisposizione ad aiutare il prossimo, oltre che un forte senso di empatia verso l’altro.Tuttavia, come accennato sopra, c’è bisogno anche di conoscenze tecniche che possono essere acquisite tramite dei corsi di formazione appositi.

In seguito alla partecipazione al corso,  l’Operatore acquisirà le competenze tecniche e relazionali necessarie per assistere una persona in difficoltà. Coloro che saranno formati e avranno acquisito il titolo di OSS potranno affiancare persone con disagi, anche in condizioni particolari e poco comuni, come nel caso di pazienti con stomie.

Che cos’è una stomia e come trattarla?

La stomia è un’apertura creata sulla parte addominale, in seguito ad un intervento, da cui fuoriesce una parte di intestino o ureteri. Le cause che comportano la necessità di creare una stomia sono varie, come: Morbo di Crohn, Rettocolite ulcerosa, Traumi addominali e Tumori.

Bisogna tenere conto che la stomia non è dotata né di muscolo né di sfintere, quindi non può dilatarsi o restringersi a seconda delle necessità del paziente. Per questo motivo, è necessario applicare un dispositivo di raccolta delle feci e delle urine all’altezza dell’apertura che l’OSS dovrà igienizzare e cambiare in modo professionale.

OSS e corsi di formazione

Da anni ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) mette a disposizione degli utenti diversi corsi di formazione, tra cui il Corso per OSS. Un team composto da esperti si occuperà di formare i discenti, su un piano empatico oltre che professionale, provvedendo al conseguimento di un attestato che abbia validità su tutto il territorio nazionale.

Per eventuali informazioni contattare i numeri: Telefono: 081/5704220 – Mobile con Whatsapp:3929164153, oppure inviare un’e-mail all’indirizzo: ares@infoares.it

 

                                   Articolo di : Carla Sarnataro

12

Tel: 0815704220 / 0815705650 - Fax : 08119360595 / 08119360666 - Mobile: 3929164153

Apertura Uffici : Lunedi al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 | Sede Legale : Viale Campi Flegrei 41 - 80124 Napoli                                  Sede Operativa : Via Medina n.5 - 80133 Napoli / Via Cardito, n.203 - 83031 Ariano Irpino (AV) / Mail : info@infoares.it